Borsa Italiana oggi 03 febbraio 2020

Borsa di Milano oggi 27 dicembre 2022

 

MILANO – Borsa di Milano oggi 27 dicembre 2022. Piazza Affari dimezza il rialzo segnato nella prima ora di scambi (Ftse Mib +0,4%), con i rendimenti dei titoli di stato alle stelle. In particolare i Bund tedeschi salgono ai massimi dal gennaio del 2011 al 2,5%, mentre il differenziale dei Btp italiani si mantiene sopra ai 212 punti, con un rendimento annuo del 4,625%. Le riaperture post-Covid annunciate in Cina spingono i titoli del lusso a partire da Moncler (+2,79%), seguita da Cucinelli (+1,95%), Ferragamo (+1,4%) e Tod’s (+2,06%). Il greggio Usa di nuovo sopra gli 80 dollari al barile (Wti +0,87% a 80,25 dollari), favorisce Saipem (+2,43%), Tenaris (+1%) ed Eni (+0,9%). Si riduce il rimbalzo segnato da Stm (+0,8%) dopo diverse sedute difficili, mentre resiste poco sopra la parità Banco Bpm (+0,06%) a differenza di Bper (-0,15%), Intesa (-0,07%) e Unicredit (-0,08%). Debole Mps (-0,67%), a cui la Bce ha confermato i requisiti patrimoniali Srep per il 2023 mantenendoli sui livelli del 2022. Questo, dunque, è l’andamento Borsa Milano.

Borsa di Milano oggi 27 dicembre 2022 e spread

Ampliano il calo Erg (-1,08%) e Inwit (-0,4%), fiacche invece Poste (-0,22%), Unipol (-0,19%) ed A2a (-0,16%). Gira al rialzo Tim (+0,6%), migliora Iveco (+0,1%), che si porta poco sopra la parità e accelera Stellantis (+0,82%), seguita da Ferrari (+0,65%). Tra i titoli a minor capitalizzazione sprint di Juventus (+2,92%), debole invece DEems (-2,32%). La Borsa di Milano oggi, dunque, riporta questi dati. Apre in ribasso a 206,3 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund decennali tendeschi, che lo scorso 23 dicembre aveva chiuso a 209 punti base. Sale di 2,5 punti il rendimento annuo italiano al 4,49%, mentre quello tedesco ne guadagna 4,2 al 2,424%.

Come ha chiuso la Borsa di Milano oggi?

Vediamo ora come vanno i mercati internazionali dopo aver visto l’indice Borsa Milano oggi. Borse europee positive al traguardo di metà seduta, con i futures Usa in rialzo e la piazza di Londra chiusa per festività. Si mantiene alta la tensione sui titoli di Stato, pur con il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi in calo a 209,8 punti. A salire sono i rendimenti, con i titoli tedeschi in crescita di 11,7 punti al 2,499%, sui massimi dal gennaio del 2011, e quelli italiani di 12,1 punti al 4,599%. Parigi continua a guidare i rialzi (+1%), seguita da Francoforte (+0,75%), Madrid (+0,4%) e Milano (+0,3%). Si riporta sopra gli 80 dollari il barile di greggio Usa (Wti +1% a 80,35 dollari) con l’annuncio delle riaperture in Cina dopo il Covid, che spinge anche i titoli del lusso.

In calo invece il gas naturale (-0,98% a 82,16 euro al MWh ad Amsterdam). In calo il dollaro a 0,938 euro, ma in rialzo a 0,83 sterline e a 133,25 yen. Guadagnano poco sopra il 3% Richemont e Moncler, Lvmh sale del 2,4% Swatch del 2,2% e Kering del 2%. Acquisti sui petroliferi Repsol (+1,8%), TotalEnergies (+0,8%), Eni (+0,65%) e Shell (+0,59%), scambiata ad Amsterdam, mentre Bp è ferma con il resto del listino inglese. Bene Saipem (+1,44%), scambiata sotto ai massimi segnati dopo l’apertura. In ripresa i titoli dei produttori di semiconduttori Soitec (+1,2%) ed Stm (+0,9%), mentre in campo automobilistico a correre sono Porsche (+2,82%) e Volvo (+3,29%). Seguono Mercedes (+1,55%) e Volkswagen (+1,12%), più caute Ferrari (+0,7%), Stellantis e Renault (+0,5% entrambe) e Stellantis (+0,45%). Si muovono senza direzione invece la banche: salgono Santander (+1,15%), Credit Agricole (+1,15%) e Bnp (+0,65%), segna il passo Mps (-1,33%), fiacche Intesa (-0,38%), Unicredit (-0,26%), più deboli Bper (-0,46%) e Banco Bpm (-0,5%).

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24