Cafù travolto dai guai finanziari

 

Cafù finisce nei guai

Cafù ex stella della Roma, del Milan e campione del mondo con il Brasile, finisce nei guai. La causa una serie di debiti milionari, contratti con la moglie Regina. Un grosso guaio per un ex grandissimo calciatore, che in carriera aveva alzato praticamente tutti i trofei. Negli anni nei quali ha giocato ad altissimi livelli, Marcos Cafù aveva guadagnato cifre davvero molto importanti. Era infatti molto probabilmente il terzino destro piu forte del mondo, tanto da essere anche uno dei più pagati dell’epoca. Successivamente a fine carriera ha fondato una società di procuratori, che pare lo abbia sommerso di debiti.

Tanti i debiti contratti

La società di procuratori Di Marcos e consorte si chiama, Capi Penta International Player ed ha accumulato una serie di debiti. Il Tribunale brasiliano ha appena pignorato ben cinque proprietà dell’ex terzino, lo ha reso noto il quotidiano Folha de S.Paulo. Lo stesso tribunale sarebbe pronto a sequestrare a Cafù e consorte altri 15 proprietà. Troppi i debiti accumulati dall’ex campione del mondo. Pur di riuscire a far fronte agli stessi, Il brasiliano si é detto disposto a vendere alcune sue proprietà. Case, auto o altri beni che possano essere utili a ripianare il debito.

Cafù è uno dei tanti che hanno avuto  sfortuna

Il brasiliano non é l’unico caso di sportivo caduto in disgrazia. Sono tanti i calciatori che una volta terminata la carriera sono finiti sul lastrico. Le cause possono essere differenti, ma in genere sono dettate dall’abuso di vizì difficilmente sostenibili. Il gioco d’azzardo, l’alcool e le droghe le principali cause delle varie rovine. In questo vortice vengono spesso risucchiati alcuni sportivi, o personaggi dello show business. La vita agiata e gli eccessi diventano una realtà, con la quale scontrarsi quotidianamente. Spesso la battaglia miete tante vittime, Cafù è solo una delle tante.

Fonte immagine: Forzazzuri.net

 

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24