Cibo sbagliato

Cibo sbagliato, 11 milioni i morti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Sono tanti i morti per il cibo sbagliato dovuto ad una cattiva alimentazione. Dalle stime del 2017 emerge infatti che circa 11 milioni di persone hanno perso la vita a causa di malattie generate da diete inadeguate. Stiamo parlando per lo più di malattie cardiovascolari, mentre in misura minore tumoridiabete e patologie renali.

Quindi è importante prendersi cura della propria salute e alimentarsi in maniera accurata e adeguata. Per capire quale cibo fa bene alla propria salute e quale no, è uscito un nuovo manuale dedicato alla sana e corretta alimentazione di Fondazione Umberto Veronesi.

Il manuale intitolato Alimentazione e salute si può scaricare gratuitamente nell’area download nel sito di Fondazione Umberto Veronesi www.fondazioneveronesi.it.

Cibo sbagliato, il manuale Alimentazione e salute

Per prendersi cura della propria alimentazione, è uscito un nuovo manuale Alimentazione e salute. Paolo Veronesi, presidente di Fondazione Umberto Veronesi, al riguardo ha affermato:

Sin dalla sua nascita la Fondazione ha dedicato molta attenzione sia al sostegno della ricerca scientifica nel campo della nutrigenomica che all’importanza della divulgazione dei corretti stili di vita alimentari. Poiché è risaputo che esiste una precisa relazione tra dieta e malattie oncologiche o cardiovascolari. La realizzazione di questo testo mira a informare la società civile in maniera rigorosa basandosi su dati ed evidenze scientifiche”.

Inoltre, secondo il World Cancer Research Fund, alimentandoci in maniera corretta e scegliendo i giusti alimenti, si possono prevenire almeno il 30% dei tumori.

Il manuale è patrocinato dal Comune di Milano e realizzato in concomitanza con la terza edizione della Milano Food City di cui Fondazione Umberto Veronesi è partner scientifico.

Il suo compito è quello di sensibilizzare il pubblico sui sani e corretti stili di vita legati alle abitudini alimentari e soprattutto anche all’attività fisica.

Non resta quindi che consultare il manuale in tutte le sue parti e prendersi cura di se stessi. L’obiettivo è quindi migliorare non solo l’alimentazione, ma anche il proprio stile di vita.

Fonte immagine: Eco Alto Molise

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu