covid-19 party

Covid-19 Party: le feste per contagiarsi negli USA

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Una nuova e terribile moda sta prendendo piede negli Stati Uniti. Si tratta dei Covid-19 Party, a cui si partecipa per contrarre il virus.

Durante queste feste, persone sane e positivi al coronavirus interagiscono tra loro. Lo scopo è quello di infettarsi e guarire, ottenendo l’immunità per tornare alla vita di tutti i giorni. L’allarme arriva da Washington, focolaio iniziale della pandemia. Attualmente, lo Stato ha superato i 15mila casi e gli 800 morti. Immediata la condanna da parte delle autorità sanitarie. La direttrice dell’assessorato alla sanità di Walla Walla, Meghan DeBolt, ha descritto l’idea dei Covid-19 Party come irresponsabile.

Esporsi deliberatamente ad un contagio è rischioso per chi lo fa e per gli altri.

Non bisogna dimenticare, infatti, che anche se solitamente i giovani positivi al coronavirus non hanno bisogno di ricoveri ospedalieri, potrebbero contagiare altre persone.  I Centers for Disease Control and Prevention hanno sottolineato come i Covid-19 Party rappresentino un rischio per la vita dei più fragili.

I passaporti di immunità e la ricerca del contagio

L’idea di organizzare queste feste è nata a seguito della proposta da parte di alcuni governi dei cosiddetti passaporti di immunità. Si tratta di documenti che dovrebbero ricevere tutti coloro che hanno contratto il Covid-19. Essi servono a certificare che la persona che li possiede è esente dal rischio di contagio, poiché guarita dal virus. In questo modo, ammalarsi garantirebbe di tornare prima a potersi spostare per lavoro e piacere. Negli Stati Uniti, l’organizzazione di questo tipo di party non è un’invenzione recente. Infatti, in passato molti genitori portavano i propri figli alle “feste della varicella”. Lo scopo di questi eventi era che i bambini venissero in contatto con altri bimbi con il virus della varicella, in modo da contrarlo. Un paragone inappropriato, considerando il tasso di mortalità del coronavirus e quello della varicella, compreso tra lo 0,008% e lo 0,002%.

Fonte immagine: TheWam

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24