Focolaio a Pechino da Covid-19 iniziato un mese prima

Focolaio a Pechino da Covid-19 iniziato un mese prima

La notizia del nuovo focolaio a Pechino da Covid-19 mette un po’ di paura. Il direttore del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, però, afferma che il tutto in realtà sarebbe cominciato un mese fa. La causa del nuovo focolaio sarebbe da attribuire ai casi asintomatici. Dunque la seconda ondata non sarebbe cominciata ad inizio giugno, ma molte settimane prima.

L’elevato numero di casi asintomatici rappresenterebbe il problema. L’esperto del CDC Gao Fu, ha affermato che svolgeranno maggiori indagini a riguardo. Giovedì, Pechino ha segnalato 21 nuovi casi di Covid-19, dieci casi in meno rispetto ai 31 riscontrati il mercoledì.

Focolaio a Pechino da Covid-19: ritornano le restrizioni

Giovedì la città ha ordinato la chiusura di tutti gli hotel, così come i ristoranti nelle aree ad alto rischio. I funzionari hanno affermato che Pechino non chiuderà, ma hanno invitato tutti i residenti a non viaggiare o creare assembramenti. Inoltre si sono impegnati a garantire una continua fornitura di cibo. “Siamo ora in un momento critico per la prevenzione e il controllo dell’epidemia“, afferma un funzionario, in merito al mercato alimentare all’ingrosso di Xinfadi.

Contrassegnati come rischio più elevato altri cinque complessi residenziali. I test sono stati effettuati a più di 356.000 persone. Isolati e monitorati interi quartieri. La città ha provveduto a chiudere nuovamente le scuole. Cancellati anche i viaggi all’interno della città, mentre sono stati limitati quelli all’esterno. Alcune stime confermano che le persone che hanno visitato il centro commerciale sono circa 1600. Controlli effettuati circa ad un terzo di questi ultimi. Il report pubblicato mercoledì, ha sottolineato come in realtà l’epidemia dimostri che servano maggiori standard di igiene. “L’epidemia è uno specchio che riflette non solo gli aspetti sporchi e disordinati dei mercati all’ingrosso, ma anche le loro condizioni di gestione di basso livello”, è riportato.

 

Fonte immagine copertina: Globalist

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com