Crimi si scaglia contro il Mes: “Strumento inadeguato e pericoloso”

Crimi si scaglia contro il Mes: “Strumento inadeguato e pericoloso”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

ROMA – Crimi si scaglia contro il Mes, definendolo “uno strumento inadeguato e pericoloso”. Non usa, dunque, mezze misure il capo politico del M5S, che a Sky Tg 24, rispondendo a chi gli chiedeva se vi fosse la possibilità di usare i fondi del Mes, ha detto:

“Non abbiamo certezze, il sito può dire quello che vuole ma i Trattati prevedono che il board può andare a imporre delle condizioni. Se questo cambiasse, a quel punto non sarebbe più il Mes e diamogli allora un altro nome”.

Crimi si scaglia contro il Mes: “Strumento inadeguato e pericoloso”

Il Movimento 5 Stelle, insomma, resta convinto della “pericolosità e non adeguatezza” del Mes, e Vito Crimi non si fa alcun problema a ribadirlo. Già una settimana fa Crimi, che è anche viceministro dell’Interno, aveva dichiarato quanto segue:

“Io credo che la preoccupazione di tutti oggi dovrebbe essere di mettere a terra quegli stanziamenti già messi in campo anche in sanità’ e istruzione, prima ancora di pensare a nuovi soldi. Poi ci sono i 209 miliardi del Recovery. Parlare del Mes oggi è un dibattito fuori tempo, asincrono. Sono soldi che sono li’ e non servono per la grande quantità di risorse già messe in campo”.

Non solo. Il capo politico del Movimento 5 Stelle ne aveva approfittato anche per ricordare gli oltre 80 miliardi di euro già messi in campo con gli extra-deficit. Non va infine dimenticato che nei mesi scorsi, intervenendo a “Start” sempre su Sky Tg 24, il grillino Vito Crimi aveva detto la sua sul Recovery fund:

“È un primo passo. Ci dispiace che sia venuto in questo consesso un po’ privato dell’asse franco-tedesco, però ricalca il percorso che il presidente Conte aveva già avviato con lo stesso presidente Macron. È una risposta positiva alle richieste che venivano anche dall’Italia”.

Autore dell'articolo: Elena De Lellis

Avatar