Cucina il fidanzato

Cucina il fidanzato e lo serve ai pakistani

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Cucina il fidanzato e lo serve ai pakistani come piatto tradizionale.

Una trentenne marocchina, dopo 7 anni di relazione uccide il compagno e lo fa a pezzi.

A tradirla un dente umano incastrato nel frullatore. L’esame del DNA conferma che si tratta del fidanzato.

Lei nega, poi crolla e confessa la furia omicida per mancanza di lucidità.

Cucina il fidanzato, dopo averlo ucciso e fatto a pezzi e lo serve a degli operai come pietanza tradizionale

Accade a Al Ain, paese al confine con l’Oman (Emirati Arabi).

Stavano insieme da 7 anni, quando la 30 enne decide di chiudere la relazione.

Si innamora di un’altra donna e lo comunica all’ex partner.

Tra loro scoppia la lite. Lei lo uccide. Lo fa a pezzi. Lo frulla, poi Cucina il fidanzato lo serve a degli operai pakistani che lavoravano li vicino.

I resti dell’uomo sono spacciati come piatto tradizionale e serviti con del riso condito da carne.

La macabra vicenda, non viene alla luce subito. La BBC è la prima che ne da il comunicato stampa. Ma la storia è avvenuta tre mesi fa.

Voleva sposare un’altra donna, ma adesso la chiamano Hannibal Lecter.

I dettagli sull’omicidio non sono stati diffusi. Di certo si sa poco.

Il fratello della vittima, in pensiero, si reca ad Al Ain. Da tempo non ha più notizie del fratello.

La donna lo accoglie e sostiene di averlo cacciato di casa. Ma l’uomo nel frullatore nota un dente umano. Si insospettisce e corre alla polizia.

Denuncia la scomparsa del fratello, ha con se il dente.

La prova raccapricciante viene sottoposta ad esami.

La donna sotto interrogatorio nega ogni cosa, ma poi l’accertamento ha esito positivo: il DNA è positivo. Arriva la confessione.

Il dente, appartiene al suo ex fidanzato. La prova è inoppugnabile.

Un momento di follia” avrebbe dichiarato la 30 enne, che adesso è ricoverata in Ospedale in attesa di una perizia psichiatrica.

Leggi tutta la cronaca di web magazine 24

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24