Di Maio minacciato ma non si fa intimidire: “Continueremo a condannare la guerra di Putin”

Di Maio minacciato ma non si fa intimidire: “Continueremo a condannare la guerra di Putin”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Di Maio minacciato ma non si fa intimidire: “Continuiamo a lavorare per arrivare a un cessate il fuoco e chiediamo la de-escalation. Diamo il massimo per raggiungere una tregua umanitaria e ritrovare pace e stabilità in Ucraina e in Europa. Non saranno le minacce a fermare la nostra azione di condanna della guerra di Putin”, scrive su Twitter il ministro degli Esteri, vittima in queste ultime ore di ripetute minacce social. Solidarietà all’ex vice premier viene espressa anche dal senatore del Pd Andrea Marcucci, che aggiunge: “Di Maio agli occhi degli odiatori è un nemico per la sua chiarissima posizione a favore dell’Ucraina e dell’Ue”.

Giuseppe Conte, Presidente del M5S, aggiunge: “Il ministro Di Maio e’ nuovamente oggetto di minacce di morte da parte di fanatici, di folli che si alimentano del clima di odio e orrore che la guerra porta con se’. Non basta pero’ la semplice solidarieta’: questi codardi vanno perseguiti e assicurati alla giustizia. Al ministro Di Maio il mio sostegno e quello di tutto il MoVimento 5 Stelle: non ci faremo intimidire”, conclude l’ex premier.

Di Maio minacciato ma non si fa intimidire: “Continueremo a condannare la guerra di Putin”

Daniela Donno, Portavoce dei cittadini al Senato della Repubblica per il Movimento 5 Stelle eletta in Regione Puglia, esprime “solidarietà al Ministro Luigi Di Maio di nuovo minacciato di morte, con l’auspicio che gli autori di tali violenze vengano presto individuati ed assicurati alla giustizia”.

“Massima solidarietà al ministro degli Esteri Luigi Di Maio per le gravi minacce ricevute dagli odiatori di professione, tornati a infestare i social con una violenza verbale tanto più inaccettabile quanto più imperversa la violenza reale in Ucraina. Avanti con coraggio, Luigi: il Paese è con te, dalla parte giusta della storia”, afferma sul suo canale Telegram il ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta. Infine l’ex ministra dell’istruzione Lucia Azzolina scrive su Twitter: “Qual è la sua colpa? Aver denunciato l’aggressione in atto in Ucraina! Una follia. Tutta la mia solidarietà al Ministro Luigi Di Maio per le gravissime minacce ricevute. Non si lascerà certo intimidire”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24