Didattica a distanza: pubblicate le graduatorie per l’acquisto di tablet, pc e connessioni

Didattica a distanza: pubblicate le graduatorie per l’acquisto di tablet, pc e connessioni

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Didattica a distanza: pubblicate le graduatorie per l’acquisto di tablet, pc e connessioni. Dal 28 aprile, sul sito del Ministero dell’Istruzione, è infatti disponibile l’elenco relativo al bando Pon per comprare dispositivi destinati alle scuole del I ciclo, primaria e secondaria di I grado.

Molto bene. Il bando è stato pubblicato lo scorso 17 aprile. Le domande potevano essere presentate dal 20 al 27 aprile.

Didattica a distanza: pubblicate le graduatorie per l’acquisto di tablet, pc e connessioni

Le scuole che hanno aderito sono state 4.905, pari all’87,2% dei 5.625 istituti che potevano partecipare, per un totale di finanziamenti che saranno assegnati pari a 63.679.174,05 euro. Le risorse residue non assegnate si riutilizzeranno. In particolare, il Ministero sta lavorando ad avvisi specifici per le scuole del secondo ciclo e per i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (Cpia), sempre per le dotazioni tecnologiche.

“Abbiamo lavorato in tempi particolarmente rapidi. Siamo perfettamente consapevoli che le scuole hanno bisogno di queste risorse – ha dichiarato la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina – I primi dati che emergono dal secondo monitoraggio sulla didattica a distanza che abbiamo concluso in questi giorni ci dicono che ci stiamo avvicinando alla copertura totale di studenti che avevano bisogno di un tablet o di un pc. Questo grazie ai fondi stanziati con il decreto Cura Italia. 70 milioni erano destinati a questo scopo, alla consegna di device che si trovavano nei laboratori delle scuole e alla collaborazione degli Enti locali. Si tratta di uno straordinario lavoro fatto in sinergia nell’interesse dei ragazzi, affinché nessuno resti indietro”.

E Gianluca Vacca, capogruppo della Commissione Cultura e Istruzione della Camera (M5S), aggiunge:

“A causa del Coronavirus abbiamo dovuto accelerare sulle nuove tecnologie. Ci auguriamo che i nostri alunni possano tornare a scuola il prima possibile e stiamo lavorando per questo. Ma il bagaglio di esperienze sulla didattica digitale di questi mesi dovrà diventare un ampliamento degli strumenti didattici, per una scuola sempre più innovativa e di qualità”.

Autore dell'articolo: Elena De Lellis