Esonero Ballardini, Criscito:“Dobbiamo guardare avanti”. Preziosi: “Non avrei dovuto confermarlo”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Come un fulmine a ciel sereno, il Genoa, dopo 12 punti in 7 partite, esonera il mister Ballardini. Alla guida della squadra torna Ivan Juric. Questa decisione arriva quando il capitano Domenico Criscito, si ritrova in ritiro con la Nazionale, per preparare la gara contro l’Ucraina. In conferenza stampa, il giocatore ha affrontato l’argomento e ha così commentato questa decisione: “La notizia di un esonero non è mai bella. Tutti noi comunque dobbiamo ringraziare Ballardini per il lavoro che ha fatto, l’anno scorso ha salvato il Genoa, quest’anno 12 punti in 7 partite. Siamo tristi per il suo esonero però bisogna guardare avanti. Arriva Juric, speriamo di fare un buon lavoro con lui.”

 

Esonero Ballardini, Preziosi non si risparmia!

Non si risparmia il presidente del Genoa Preziosi, che usa parole dure nei confronti del mister Ballardini appena esonerato. Come riporta il virgolettato del Corriere della Sera: “In 14 campionati ha collezionato 13 esoneri! L’anno scorso aveva maturato un credito, ma Ballardini resta un gestore di situazioni complicate. Se inizia la stagione con una squadra poi non riesci a compiere il salto di qualità”. Preziosi ha poi aggiunto: “Juric è un tecnico propositivo, ho sbagliato a confermare Ballardini dopo che aveva saputo gestire la situazione di risultati negativi dello scorso anno. Non mi fa piacere cacciarlo ma non posso continuare con chi offre certi spettacoli. Ci ho parlato per un’ora e mezza ma non mi ha fornito le risposte che mi aspettavo. E’ scarso. Lui è una persona per bene, ma non sa mettere i giocatori in campo”.

Riuscirà il Genoa con il nuovo allenatore a migliorare la sua situazione in classifica? Allo stato attuale la squadra occupa l’undicesima posizione con 12 punti e dopo la sosta della Nazionale, si ritroverà in campionato ad affrontare proprio la capolista Juventus, guidata da Massimiliano Allegri e in attacco da Cristiano Ronaldo.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu