Ferita carabiniere durante una sparatoria a Nuoro

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Ferita carabiniere donna a Nuoro durante una sparatoria. Questa mattina è avvenuto un fatto di una gravita eccezionale,  una militare dell’arma dei carabinieri è stata ferita durante un conflitto a fuoco a Nuoro. La donna assieme ai suoi colleghi tentava di sventare una rapina avvenuta presso l’ufficio postale di via Mannironi a Fonni. I banditi hanno aperto il fuoco ferendo al polpaccio destra la donna di 25 anni. La giovane non in pericolo di vita è stata trasportata presso l’ospedale di San Francesco in Nuoro con l’Elisoccorso.

Ferita carabiniere …..la dinamica della rapina

Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, i rapinatori hanno atteso l’arrivo del direttore e dei dipendenti dell’ufficio postale intorno alle 8.00 di mattina. Hanno fatto irruzione nel locale probabilmente dal retro. Sono riusciti a prelevare tutto il contante e si sono diretti per strada per darsi alla fuga. Nello stesso momento, però giungeva sul posto una pattuglia dei carabinieri. I malviventi non hanno esitato a sparare sulla fiancata della Jepp di ordinanza per coprirsi e allontanarsi velocemente.  Uno dei proiettili ha colpito il polpaccio di una carabiniere  donna di 25 anni. La giovane  era alla guida dell’automezzo. Mentre, il collega che si trovava al posto del passeggero è rimasto illeso.

La fuga e le indagini

I banditi sono scappati subito dopo la sparatoria, prendendo in possesso l’auto di un dipendente dell’ufficio postale. Successivamente, i militari dell’arma l’hanno ritrovata in campagna. Gli esperti del Ris già a lavoro per vedere di risalire agli uomini attraverso le impronte digitali. E’ già caccia all’uomo per le campagne di Fonni, luogo della rapina e per le campagne del Nuorese. Sul posto oltre i carabinieri della locale tenenza sono giunti anche i colleghi del Comando Provinciale di Nuoro. I militari dell’arma hanno organizzato posti di blocco presso tutte le vie di accesso ai centri abitati. Il caso rimane ancora aperto.

Foto fonte in evidenza

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24