Gran Premio di Singapore – A Singapore vince la noia

intopic.it feedelissimo.com  
 

Seb sul podio, Kimi quinto: come erano partiti

Marina Bay – La pista di Singapore non si smentisce: definita dagli addetti ai lavori la Montecarlo d’Oriente, pista imprevedibile dove può succedere di tutto, ma spesso anche nulla. Sebastian é finito  sul podio in terza posizione mentre  Kimi in quinta posizione, non vi sono stati cambiamentii per i piloti della  Scuderia Ferrari sono state confermate le posizioni del via.  All’inizio vi erano delle speranze  i primi giri  avevano fatto sperare in qualcosa di più, ma Sebastian ha dovuto fare i conti con il traffico che ha  reso sterile  la  strategia aggressiva che aveva preparato nel pre-gara.

IL FILM DELLA GARA:

Nei  primi dieci  giri montano  tutti la Hypersoft. Seb fa una buona partenza attacca subito Verstappen, gli si incolla subito dopo la prima curva, lo passa già alla leggera piega della curva 6, dopo poco  esce la bandiera gialla per incidente di Ocon. Kimi intanto nel frattempo alla partenza mantiene la quinta posizione.

Si riparte al giro 5, senza nessun sorpasso. Fase cruciale per  le  due Ferrari che cercano  di gestire gomme e benzina. Solo al decimo giro  la situazione  inizia a farsi interessante,  mentre al muretto le scuderie iniziano a pensare quando fare il pit-stop. Il cambio gomme di Vettel arriva all’inizio del 15esimo giro. In uscita, il pilota dovrá dare il massimo per tentare di far funzionare l’undercut. Sebastian ha montato gomme Ultrasoft e Hamilton va subito dopo ai box per montare le soft, rientrando ancora davanti, mentre Vettel rimane impegnato  in lotta con Perez non potendo fare un giro veloce e guadagnare la posizione. Nella lotta dei cambi gomme, la Ferrari ha guadagnato qualche decimo, ma non  è bastato.

Kimi preferisce allungare il suo stint, mentre il suo compagno passa la Force India al giro 17.  Perdendo molto tempo e si ritrova appena dietro a Verstappen uscito dai box. Kimi, in testa, tiene un buon ritmo. Sebastian nel frattempo ha dovuto far  raffreddare i freni dopo il sorpasso, per poi riprendere il passo veloce.

É arrivato il momento della sosta per  Raikkonen al 23esimo passaggio. A differenza di Vettel, monta un set di Soft, le più dure a disposizione qui. Dal cielo cadono alcune gocce di pioggia ma niente di preoccupante. In testa troviamo ora Ricciardo che non ha ancora cambiato pneumatici: e lo fa al 28esimo giro, montando le Ultrasoft.
Negli ultimi sprazzi  di gara, il gruppo di testa incontra quello dei primi doppiati.  Kimi cerca di approfittarne per portarsi sotto a Bottas, ma siamo a Marina Bay e i sorpassi sono merce rara. Il duello finale ravviva un pò la notte di Singapore, ma ormai c’è da pensare soprattutto alle prossime sei gare.

Sebastian Vettel: commento post gara

Vincere non è mai facile, anche se era il nostro obiettivo. La qualifica di ieri non era andata come volevamo e non eravamo riusciti a dare il meglio di noi stessi. Oggi, partendo dalla terza posizione, dovevamo provare qualcosa di diverso, ma non ha funzionato e ci siamo ritrovati nella stessa posizione all’arrivo. Ero partito bene e dopo aver passato Max per un po’ sono stato secondo, ero d’accordo con la chiamata ai box, sapevo che mi sarebbe servito un super-giro di uscita per cercare di stare davanti ma non è andata così. Ho perso tempo dietro a un’altra macchina e i freni si sono un po’ surriscaldati, c’è mancato poco ma abbiamo avuto la peggio. Ho piena fiducia nella squadra perché, stando seduto in macchina, non posso sapere tutto quello che succede e mi fido di loro. Il nostro obiettivo non era quello di finire terzi, ma oggi non siamo stati abbastanza veloci.

Kimi Raikkonen: commento post gara

Oggi in gara non è successo granché; la macchina si comportava bene e avevamo una buona velocità, ma il più delle volte siamo rimasti bloccati dietro a qualcuno e abbiamo dovuto gestire le gomme. In questa pista è impossibile sorpassare, a meno che chi ti sta davanti non commetta un grosso errore. Potevo vedere che Bottas aveva difficoltà con la gomma anteriore destra e a volte andava in bloccaggio; riuscivo ad avvicinarmi a lui, ma non abbastanza per superarlo. Nel settore centrale del tracciato diventava anche difficile seguirlo perché perdevo carico aerodinamico. Nel primo stint eravamo rimasti fuori più a lungo sperando in una Safety Car, ma non è successo. La qualifica qui è la chiave di tutto, ovviamente quando parti dietro la tua gara finisce per essere noiosa, bloccato dietro ad altre macchine. Non c’è stato modo di usare tutta la nostra velocità. Ovviamente volevamo di più, abbiamo fatto quello che potevamo ma questo è tutto quello che abbiamo ottenuto.

Gran Premio di Singapore – Maurizio Arrivabene commenta la gara

Oggi chi ha vinto lo ha fatto con merito. Dopo il sorpasso di Sebastian su Verstappen abbiamo provato una strategia aggressiva, tentando l’undercut con le gomme Ultrasoft. Purtroppo, nel giro chiave ci siamo trovati dietro un’altra vettura che non ci ha permesso di essere abbastanza veloci. Nonostante il risultato di oggi, nulla è perduto. Con calma e determinazione affronteremo le sei gare che restano, per lottare fino alla fine.

Gp Singapore 2018: classifica finale

Pos
Driver
Car
Laps
Time/Retired
1
Lewis
Hamilton
Mercedes
61
1:51:11.611
2
Max
Verstappen
Red Bull Racing TAG Heuer
61
+8.961s
3
Sebastian
Vettel
Ferrari
61
+39.945s
4
Valtteri
Bottas
Mercedes
61
+51.930s
5
Kimi
Räikkönen
Ferrari
61
+53.001s
6
Daniel
Ricciardo
Red Bull Racing TAG Heuer
61
+53.982s
7
Fernando
Alonso
McLaren Renault
61
+103.011s
8
Carlos
Sainz
Renault
60
+1 lap
9
Charles
Leclerc
Sauber Ferrari
60
+1 lap
10
Nico
Hulkenberg
Renault
60
+1 lap
11
Marcus
Ericsson
Sauber Ferrari
60
+1 lap
12
Stoffel
Vandoorne
McLaren Renault
60
+1 lap
13
Pierre
Gasly
Scuderia Toro Rosso Honda
60
+1 lap
14
Lance
Stroll
Williams Mercedes
60
+1 lap
15
Romain
Grosjean
Haas Ferrari
60
+1 lap
16
Sergio
Perez
Force India Mercedes
60
+1 lap
17
Brendon
Hartley
Scuderia Toro Rosso Honda
60
+1 lap
18
Kevin
Magnussen
Haas Ferrari
59
+2 laps
19
Sergey
Sirotkin
Williams Mercedes
59
+2 laps
NC
Esteban
Ocon
Force India Mercedes
0
DNF

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.