Guns N’Roses, quella volta che Slash si vestì da donna per entrare in un locale

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Slash e Steven Adler. Due musicisti dei Guns N’Roses e due grandi amici prima ancora di dedicare le loro vita alla musica. Ospite dello show tv di Jimmy Kimmel il chitarrista ha parlato della sua adolescenza e di quando andava in giro per locali ad Hollywood insieme al suo amico Steven. E una volta addirittura Slash si è vestito da donna per eludere il buttafuori di un locale.

Slash e Steven Adler prima dei Guns N’Roses

“Avevamo 15 anni e usavamo documenti falsi per entrare nei locali. Ma il Rainbow era il più difficile”. Con queste parole Slash racconta la sua adolescenza, trascorsa con Steven Adler, futuro compagno di band nei Guns N’Roses. Entrambi sono cresciuti sulle strade di North Hollywood «Quando avevo 14 o 15 anni Steve era il mio compagno di avventure“.

I due sono entrati nella celebre band statunitense insieme al bassista Duff McKagan nel 1985. Prima di diventare musicisti professionisti hanno trascorsi molti momenti insieme, e già dal 1979 avevano il sogno di formare una band. Ospite dello show televisivo di Jimmy Kimmel Slash ha raccontato le notti avventurose con il suo amico. Nell’intervista il musicista ha raccontato un aneddoto molto divertente che riguarda i due.

Guns N' Roses, quella volta che Slash si vestì da donna per entrare al leggendario Rainbow: "Tutta colpa di Steven Adler"

Le parole del chitarrista 

“Avevamo documenti falsi per entrare nei locali pur essendo minorenni. Il Rainbow Bar’n’Grill era il più difficile. Non era semplice superare il gigantesco buttafuori italiano” ha raccontato Slash parlando di uno dei locali più trasgressivi del Sunset Strip. “Una volta siamo arrivati alla porta e il buttafuori ha fatto entrare soltanto Steven, anche se sono stato io a falsificare il documento”.

Il racconto del chitarrista va avanti: “Ero arrabbiato ed anche molto ubriaco, e così son tornato a casa, ho indossato i suoi abiti e mi sono truccato. Sono ritornato al locale vestito da donna”. Così riesce ad entrare subito e Slash decide di fare uno scherzo ad Adler. “Mi son messo a cercare Steven per abbordarlo, ero certo che ci sarebbe cascato”. Ma l’amico pare che fosse già uscito dal locale.

Il chitarrista ricorda con ironia quei momenti e poi aggiunge: “Non mi sono mai sentito così vulnerabile nella mia vita“, ha detto al presentatore Jimmy Kimmel. “Si tratta di quelle cose che fai solamente se hai il coraggio di un quindicenne”.

Autore dell'articolo: Alessio Bardelli