icardi in nerazzurro

Icardi in nerazzurro sì o no? Parola ai tifosi

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Icardi in nerazzurro: storia al capolinea? La parola ai tifosi. Il giocatore argentino vive un momento complicato della sua carriera da calciatore

Dal momento in cui l’Inter ha deciso di togliere la fascia di capitano, quella di Icardi in nerazzurro non sembra essere una storia destinata a proseguire.

A partire dell’esclusione della partita di Europa League, sono tante le voci che si sono rincorse di mercato e non solo.

Il Napoli e la Juventus infatti sarebbero interessate al talento argentino.

Un momento no che pare ripercuotersi anche in Nazionale: sembra a rischio infatti la sua convocazione per le amichevoli dell’Argentina in programma a marzo

Tra tante voci, abbiamo voluto ascoltare quella dei tifosi nerazzurri su Icardi in nerazzurro ponendo loro questa domanda: Icardi deve rimanere all’Inter sì o no e perché?

In attesa di Cagliari-Inter in programma stasera, ecco cosa ci hanno risposto gli intervistati.

Roberto:

Se dovessi guardare i numeri e soprattutto i gol fatti direi senza dubbio di sì. Ma, essendo capitano dell’Inter e dovendo dare esempio ad altri, l’atteggiamento avuto nelle ultime settimane, va oltre il calcio giocato e dimostra che il suo attaccamento alla squadra e alla società è pari a zero. Quindi la bilancia pende verso la cessione. Bisognerebbe però sapere cosa è successo realmente tra la società e il giocatore.

Giuseppe:

Per me può anche rimanere ma deve cambiare procuratore.

Augusto:

Sì perché è un campione e ha bisogno di essere valorizzato.

Luca:

No deve uscire dall’Inter! Perché non è capace di farsi rispettare né in casa sua né altrove e sta facendo una pessima figura penalizzando la stessa squadra”

Claudio:

Si, perché è giovane e secondo me non riceverà un’opportunità del genere da un’altra squadra in futuro.

Santino:

No. Seguo l’Inter da tanto tempo, e sono un grande appassionato. Sarà l’età ma certi atteggiamenti, a mio avviso, non sono ammissibili perché ciò che fa non è degno del ruolo importante che riveste in una grande squadra che, sinceramente, a questo punto può fare a meno di uno così.

Michele:

Sì, se decide di comportarsi da professionista. No se continua a fare gli interessi non suoi ma della moglie.

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.