Il Pd vince in Emilia Romagna

Il Pd vince in Emilia Romagna. Ecco i candidati più votati

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il Pd vince in Emilia Romagna con il 51,4% dei voti

Si è concluso lo spoglio delle schede per le elezioni regionali. Il Pd vince in Emilia Romagna con il 51,4% dei voti. Insieme a Stefano Bonaccini eletti altri 49 consiglieri.

I candidati più votati

La candidata più votata in assoluto è Elly Schlein, esponente della lista ‘Emilia Romagna Coraggiosa’, con  15.975 preferenze nella sola circoscrizione di Bologna, 22.098 totali (di cui 3.896 a Reggio Emilia, 2.227 a Ferrara). “Le Sardine – ha commentato – hanno contato molto in questo risultato, nel cambiare il clima e farci ritrovare un senso di comunità. E non sentirci schiacciati da una destra che sembrava inarrestabile. Abbiamo dimostrato che non è inarrestabile”.
Dopo di lei si piazzano quattro membri della lista del Pd:

– Alessio Mammi, ex sindaco di Scandiano (15.015 voti nella circoscrizione di Reggio).

– Raffaele Donini, assessore ai Trasporti uscente (13.786 preferenze nella circoscrizione di Bologna).

–  Marilena Pillati, vicesindaco del Comune di Blogna (10.231 voti nella circoscrizione di Bologna).

– Ottavia Soncini (9.485 preferenze nella circoscrizione di Reggio).

Borgonzoni si ferma al 43,63%, Benini al 3%

La senatrice della Lega Lucia Borgonzoni si è fermata al 43,63 %, mentre il candidato del Movimento 5 Stelle Simone Benini ha preso poco più del 3% dei voti e non entrerà nemmeno in consiglio regionale, perché non ha preso abbastanza voti nella sua circoscrizione.

Crimi commenta il voto con un post su Facebook

Per i risultati del M5S il reggente Vito Crimi commenta il voto con un post su Facebook: i risultati del voto in Emilia Romagna e Calabria “sono inferiori alle aspettative. Questo però non ci induce ad arrenderci: semmai il contrario. Ora non resta che continuare a lavorare pancia a terra con il governo che dopo queste elezioni deve proseguire il suo percorso“, aggiunge Crimi .

Hanno votato molte più persone rispetto al 2014: quasi il 68% degli aventi diritto contro il 38%.

Fonte Immagine: Finanza in Chiaro

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24