Il Sale del Mar Morto aiuta a prevenire l'eczema: come usarlo?

Il Sale del Mar Morto aiuta a prevenire l’eczema: come usarlo?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Uno studio antecedente il 2011 che ha coinvolto 86 bambini con eczema ha scoperto che la crema topica arricchita con minerali del Mar Morto ha migliorato la funzione della barriera cutanea. Tuttavia, attualmente non esistono studi su larga scala. Se una persona desidera provare il sale del Mar Morto per l’eczema, può acquistare i sali da sciogliere nei bagni o provare prodotti topici che contengono i minerali.

Il Mar Morto è il punto geografico più basso del mondo e lo specchio d’acqua più salato della Terra. Ha una reputazione di lunga data per le sue proprietà curative. Tuttavia, gli scienziati stanno ancora cercando di capire se o come aiuta con condizioni diverse. L’acqua del Mar Morto contiene molti minerali, tra cui:

  • cloruro;
  • magnesio;
  • sodio;
  • calcio;
  • potassio.

È possibile far evaporare l’acqua dal Mar Morto per creare il sale che contiene questi minerali. Alcune aziende utilizzano quindi questi sali in prodotti come sali da bagno, lozioni per il corpo e saponi. Altri prodotti contengono fango del Mar Morto.

Il sale del Mar Morto è buono per l’eczema?

Ci sono state poche ricerche sul fatto che il sale del Mar Morto sia buono per l’eczema. Tuttavia, due studi indicano che potrebbe essere utile. Un precedente studio clinico del 2005 ha esaminato gli effetti del bagno in acqua contenente cloruro di magnesio del Mar Morto tra le persone con dermatite atopica, che è un tipo di eczema. I partecipanti allo studio hanno immerso un avambraccio in una soluzione acquosa contenente il 5% di sali del Mar Morto per 15 minuti. Hanno immerso l’altro braccio nell’acqua del rubinetto. I ricercatori hanno valutato la qualità della loro pelle all’inizio dello studio e una volta alla settimana nel corso di 6 settimane. Alla fine dello studio, hanno notato che coloro che avevano immerso la pelle nei sali del Mar Morto avevano una migliore idratazione della pelle e una riduzione dei segni di ruvidità e infiammazione.

Un precedente studio clinico del 2011 ha testato gli effetti di una crema arricchita con minerali del Mar Morto sulla dermatite atopica lieve o moderata nei bambini. Per lo studio, i ricercatori hanno suddiviso i partecipanti in tre gruppi. Tutti i gruppi hanno applicato una crema su tutto il corpo due volte al giorno, mattina e sera, per 12 settimane. Tuttavia, ogni gruppo ha utilizzato una crema con ingredienti diversi:

  • Una crema era una semplice crema idratante emolliente senza ingredienti del Mar Morto;
  • Una crema conteneva acqua del Mar Morto;
  • Una crema conteneva fango del Mar Morto.

Di tutti i gruppi, quello che utilizzava la crema contenente acqua del Mar Morto ha visto i migliori risultati. Questa crema ha avuto l’influenza più positiva sulla barriera cutanea per tutte le 12 settimane. Anche gli altri gruppi hanno visto miglioramenti, ma non erano così significativi.

I benefici e i rischi del sale del Mar Morto per l’eczema

I ricercatori ritengono che i potenziali benefici del sale del Mar Morto per l’eczema siano dovuti al suo contenuto di minerali. Gli autori del processo del 2005 ipotizzano che l’effetto benefico del sale del Mar Morto nel loro studio fosse dovuto al magnesio, che può aiutare a legare l’acqua alla pelle e aiutare a ripararla. Uno studio del 2020 attribuisce anche le proprietà benefiche del sale del Mar Morto alla sua elevata quantità di magnesio. Gli autori affermano che il magnesio può:

  • aumentare la ritenzione idrica nella pelle;
  • ridurre l’infiammazione;
  • promuovere l’integrità della barriera cutanea.

Il sale del Mar Morto contiene anche zinco, che è un ingrediente in varie creme per la cura della pelle grazie alla sua capacità di aiutare con la guarigione delle ferite. Negli studi del 2005 e del 2011, i partecipanti hanno tollerato bene l’esposizione ai minerali del Mar Morto. È improbabile che questo ingrediente da solo causi effetti collaterali in persone altrimenti sane. Tuttavia, ci sono alcuni potenziali rischi. La pratica del bagno in acqua minerale è nota come balneoterapia. Generalmente, questo è sicuro e comporta solo effetti collaterali minimi. Questi possono includere:

  • irritazione della pelle;
  • prurito;
  • dermatite esfoliativa, che si riferisce allo spargimento dello strato superiore della pelle;
  • infezioni;
  • pressione sanguigna bassa e svenimento con immersione prolungata.

Tuttavia, è meno probabile che si verifichino effetti collaterali se una persona usa i sali del Mar Morto a casa, poiché ciò consente loro di controllare la concentrazione e la temperatura dell’acqua. L’acqua molto salata o molto calda può asciugarsi. Il Mar Morto contiene una quantità molto elevata di sale, intorno al 34%. Al contrario, lo studio del 2005 ha utilizzato solo una concentrazione del 5% e ha comunque osservato un effetto positivo.

Come usare i sali del Mar Morto

Se un medico dice che va bene provare il sale del Mar Morto, ci sono diversi modi per farlo. Le persone possono aggiungere il sale a un bagno o utilizzare prodotti topici che contengono sale, acqua o fango del Mar Morto. Per usare il sale nella vasca da bagno:

  1.  Fai un bagno di acqua calda, ma non bollente. Per la balneoterapia, la temperatura dell’acqua è solitamente compresa tra 30 e 40 °C;
  2. Aggiungere 1 tazza di sali del Mar Morto all’acqua e lasciarli sciogliere;
  3. Entra nella vasca da bagno e resta in acqua per un breve periodo. La National Eczema Association raccomanda alle persone con eczema di limitare i bagni a 5-10 minuti;
  4. Dopo aver lasciato il bagno, tamponare la pelle con un asciugamano pulito. Cerca di non strofinare o graffiare l’eczema;
  5. Applicare delicatamente un emolliente sulla pelle subito dopo.

Se una persona ha solo l’eczema in un punto del corpo, come i piedi o le mani, può anche usare i sali del Mar Morto in un bagno più piccolo che colpisce solo quelle aree. Una persona non dovrebbe applicare il sale come scrub, tuttavia, poiché ciò potrebbe rendere la pelle colpita dall’eczema più infiammata. Un’altra opzione è quella di applicare sulla pelle creme o lozioni prive di profumo contenenti minerali del Mar Morto. Una persona dovrebbe farlo dopo il lavaggio in modo che la crema rimanga sulla pelle il più a lungo possibile.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com