Italia: senza il doppio centravanti Ventura passerà al 4-3-3?

Gli infortuni di Belotti, Verratti e De Rossi costringono il ct Ventura a rivedere il suo schema di gioco in vista delle sfide contro Macedonia e Albania. Il tecnico dovrebbe abbandonare il 4-2-4 e passare ad un altro modulo. Vista la presenza di Insignw in squadra, dovrebbe essere la bolta buona per vedere all’opera il 4-3-3.

Ventura passa al 4-3-3?

Il 4-2-4 si è dimostrato fallace in più di un’occasione. Con due centrocampisti in mezzo al campo, presi sempre d’infilata in fase di non possesso e un esterno d’attacco sacrificato al ruolo d’ala è a tutti stato chiaro che non poteva funzionare. L’unico motivo di tenere in vita quel modulo era per permettere la coabitazione tra Immobile e Belotti. L’infortunio di quest’ultimo, cambia, però, le carte in tavolo. A questo punto non c’è una sola ragione per non vedere all’opera il 4-3-3.
Questo è il modulo ideale in grado di esaltare le caratteristiche degli esterni a disposizione. Con Insigne a sinistra e uno tra Bernardeschi, El Shaarawi, Candreva o Verdi a destra, la cosa è più che fattibile.
Servirà poi un centrocampo muscolare per sostenere quei tre davanti.

Eder per Belotti?

L’alternativa che Ventura sta studiando è quella di inserire Eder al posto di Belotti e confermare il 4-2-4. Questa idea, però, non sposterebbe di una virgola i problemi dell’Italia che rimangono enormi sia in fase di costruzione che di non possesso. Data anche l’incapacità di Bonucci di difendere a 4, questa squadra rischierebbe figuracce anche con Macedonia e Albania.
Per questo motivo il 4-3-3 sembra il modulo più affidabile. Avrà il ct la forza di rinnegare il suo credo e cambiare modulo? O continuerà sulla strada tracciata che, finora, ha dato pochi frutti?
In vista degli spareggi mondiali è necessario prendere una decisione definitiva a riguardo perchè, a novembre, non sarà più possibile sbagliare.