Klim Domination: recensione tastiera meccanica 115 tasti configurazione italiana

Oggi ci troviamo a recensire una tastiera meccanica: la Klim Domination. Spesso, per chi è abituato al mondo del gaming, è molto difficile scegliere una tastiera con cui giocare. Spesso, si preferisce quella meccanica, per solidità, comodità, o comunque una qualità superiore. Tuttavia, tali tastiere spesso costano un occhio della testa, superando spesso i 100 euro di listino. Oggi parliamo di una tastiera, che costa molto meno di 100 euro, che garantisce performance straordinarie.

Innanzitutto, analizziamo la confezione di acquisto. Essa si presenza, molto semplicemente, come uno scatolo nero in cartone con il logo Klim lucido. Il colore nero, dà un tocco di aggressività.

Al suo interno, troviamo la tastiera in una busta bianca, un manuale di istruzioni ed un depliant che spiega a chi rivolgerti in caso di problemi.

Design

La tastiera esteticamente è stupenda. È abbastanza ingombrante, le sue dimensioni sono: 46.7 x 15.8 x 3.65 centimetri per un peso complessivo di 1260 grammi.

La tastiera è dotata di presa USB, ovviamente, e lo stretch attaccato al filo, permette di poter riavvolgere lo stesso, quando non viene utilizzata. Invece di avere il classico filo in gomma, ma una vera e propria corda molto resistente.

Funzionalità Klim Domination

È la tastiera con il maggior numero di combinazioni ed effetti luci che abbia mai visto. Sul manuale di istruzioni, viene riportato un numero di 16 milioni di diverse combinazioni. Non le abbiamo contate singolarmente, ma sono talmente tante, che ci sono 8-10 tasti diversi per attivare i vari effetti di luci.

Ad esempio, la tastiera è dotata del tasto FN (che è presente in tutti i portatili) che in combinazione con 10 tasti, si può cambiare l’effetto, l’intensità e il colore della luce. Di seguito è riportato uno scherma riassuntivo:

FN+Ins: colore uniforme;

FN+Inizio: inizia un vero e proprio show di luci;

FN+Pag su: le luci lampeggiano random con vari colori;

FN+Canc: inizia un effetto a onda di un unico colore;

FN+Fine: i singoli tasti cambiano colore in modo casuale;

FN+Pag giù: altri effetti;

FN+freccia su: aumenta l’intensità delle luci;

FN+freccia giù: diminuisce l’intensità di colori;

FN+freccia destra (o freccia sinistra): cambio colore.

I tasti sopra elencati, possono essere premuti più volte, per avere ulteriori effetti. Insomma, c’è davvero da sbizzarrirsi.

Il classico suono della tastiera meccanica è sempre bello da sentire, alla premuta di ogni singolo tasto.

Con i videogiochi, la tastiera risulta molto versatile e non c’è il rischio di premere per sbaglio due tasti insieme (succede quando le dita non sono posizionare correttamente, che quindi si va a premere il centro tra due tasti). È anche molto reattiva: in quanto tastiera meccanica, la pressione viene letta anche a “mezza premuta”.

La tastiera è del tipo plug-and-play, quindi basta semplicemente inserire la presa al pc e la tastiera è subito utilizzabile.

Conclusioni Klim Domination

Per concludere la recensione, possiamo ricapitolare i pro e i contro di questa tastiera. Iniziamo a dire che non ci sono difetti in questa tastiera, anzi. Qualità costruttiva eccezionale, pesa 1.2 chili e dà un senso di compattezza e solidità senza eguali. È molto bella con tutti gli effetti delle luci, ed è pratica anche per un uso in ufficio. È una tastiera che consiglio vivamente. È acquistabile su Amazon al prezzo di 55 euro.

     

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: