La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre

La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre

intopic.it feedelissimo.com  
 

La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre 2018 taglierà i costi ed i tempi di attesa.

Ieri, 23 Agosto, sul sito della compagnia irlandese è stato pubblicato il comunicato per la nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre 2018.

La Ryanair è una società, fondata nel 1985 dall’irlandese Tony Ryan, volta ad soddisfare le esigenze dei viaggiatori del settore “low cost”.

A partire da Novembre, Ryanair ha annunciato l’intenzione di tagliare i costi del “check bag“, i tempi d’imbarco e quindi per la partenza dei voli.

In particolare la nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre 2018 comporterà che:

  • il costo dell’imbarco del bagaglio sarà pari a 8 € per 10 Kg invece, come oggi, di 25 € per 20 Kg;
  • i clienti “Priority Boarding” potranno continuare a portare 2 borse a mano (1 borsa da 10 Kg e 1 borsa piccola);
  • i clienti “non prioritari” potranno portare solo 1 bagaglio a mano gratuito (piccolo);
  • se i clienti “non prioritari” vorranno una seconda borsa più grande potranno optare per una da 10 Kg per 8 € al momento della prenotazione;
  • la nuova politica entrerà in vigore dal 1 Novembre 2018 alle porte d’imbarco e dal 1 Settembre 2018 per le prenotazioni.

Secondo la società irlandese, per voce del capo marketing Kenny Jacobs, soltanto il 40% dei clienti sarà interessato da questo cambiamento di politica della borsa; le aspettative sono che la maggior parte dei clienti passi all’imbarco prioritario.

La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre 2018
La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre 2018

Per la nuova politica sulle borse di Ryanair da Novembre 2018 esiste una sezione F.A.Q. per soddisfare tutte le curiosità dei clienti, ne riportiamo alcune:

Quali sono le differenze tra la nuova politica e la vecchia?

In precedenza, tutti i clienti non prioritari potevano portare 1 (piccolo) bagaglio a mano e 1 più grande gratuitamente. La borsa più grande veniva etichettata e messa nella stiva (gratuitamente). Ciò ha comportato ritardi di 25 minuti. Con la nuova politica i clienti non prioritari possono portare solo 1 bagaglio a mano gratuito (piccolo). Soltanto i clienti prioritari possono continuare a portare due borse gratuite (1 piccolo bagaglio a mano + 1 bagaglio più grande).

Per quanto riguarda i clienti che hanno già prenotato?

I clienti non prioritari che hanno già prenotato voli prima del 1 settembre (per i viaggi dopo il 1 novembre) possono aggiungere un imbarco prioritario per 8 € (o per 10 €) o possono cancellare la loro prenotazione per un rimborso completo.

Quali sono le dimensioni della borsa piccola da viaggio?

Abbiamo aumentato le dimensioni del bagaglio a mano piccolo gratuito di oltre il 40% da 35 x 20 x 20 cm (14.000 cm³) a 40 x 20 x 25 cm (20.000 cm³).

Mentre abbiamo quasi raddoppiato le dimensioni del nostro formato piccolo da 35 x 20 x 20 cm (14.000 cm³) a 42 x 20 x 30 cm (25.200 cm³) per consentire borse da trasporto notevolmente più grandi (25%) rispetto alle nostre piccole dimensioni della borsa.

La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre dimensioni
La nuova politica sui bagagli di Ryanair da Novembre dimensioni bagagli

Cosa succede se la mia borsa piccola non è delle dimensioni adatte?

Se la piccola borsa gratuita dei clienti non prioritari non si adatta alla nuova politica, la loro borsa è più grande del 25% rispetto alle specifiche della piccola borsa. Pagheranno una tassa sul bagaglio di 25 € e la loro borsa verrà taggata e posta nella stiva.

Hai aumentato il prezzo del “Priority Boarding” ?

No, l’imbarco prioritario rimane invariato e costa solo 6 €.

Ryanair assicura che la nuova politica sui bagagli non rappresenterà un maggiore costo per il tenore di vita degli utenti, ma un cambio di abitudine.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano disperatamente lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".