Lazio, Sarri: “Arbitro non all’altezza, ha rovinato la gara, e il Mondiale…”

 

La Lazio in 10 uomini per tutto il secondo tempo ha sfiorato la vittoria lo stesso contro un coriaceo Sturm Graz nei gironi di qualificazione di Europa League. Termina 2-2 la gara, con la squadra di Sarri che va due volte in vantaggio prima di essere ripresa a una manciata di minuti dal termine. Ma c’è stato l’episodio decisivo sul finire del primo tempo, quando l’arbitro della gara ha espulso Lazzari lasciando la Lazio in 10 contro 11 per tutto un tempo. Ragion per cui il pareggio non è da buttare anche in vista della qualificazione al turno successivo. Adesso tutte e quattro le squadre del girone si ritrovano appaiate a 5 punti in classifica, lasciando tutto in ballo.

Le parole di Sarri dopo il match di Europa League

Maurizio Sarri non è contento della prestazione dell’arbitro stavolta e in conferenza stampa si esprime così su arbitro e Mondiale in arrivo: “L’episodio su Lazzari fa parte di un contesto di partita in cui l’arbitro è riuscito a far innervosire tutti. Un arbitro non all’altezza di questo livello, la partita era corretta. Le spese le abbiamo fatte noi. L’inferiorità, giocando ogni tre giorni, è pesante. Una bella prestazione a livello caratteriale, dispiace per il risultato. Dove può migliorare la squadra? Deve migliorare nella partecipazione, nel voler fare risultato a tutti i costi. Nella determinazione. Su 22 giocatori ne abbiamo cambiati 6-7 rispetto all’anno scorso. Si è partiti più avanti rispetto alla passata stagione, la progressione del lavoro viene meglio. In Italia si pensa che un allenatore, dopo una settimana, con il joystick faccia giocare bene la squadra. Vorrei che qualcuno mi spiegasse cosa possa dare il Qatar al calcio mondiale. Io non sono preoccupato, i numeri della mia squadra sono i migliori”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano