L'Italia Femminile perde contro la Danimarca

L’Italia Femminile perde contro la Danimarca, l’Europeo è a rischio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’Italia femminile delude e perde lo scontro diretto 1-3 contro la Danimarca e adesso dunque rischia di non qualificarsi all’Europeo. Le danesi infatti con questo successo allo Stadio Castellani di Empoli hanno ipotecato il primo posto nel girone e quindi la qualificazione. Le azzurre invece possono ancora sperare di passare come una delle migliori seconde, altrimenti dovranno giocarsela ai sempre insidiosi playoff.

L’Italia femminile perde contro la Danimarca

L’Italia femminile orfana di Alia Guagni a causa del Coronavirus, fa grande fatica e perde in casa contro la Danimarca. Le azzurre partono in affanno e le danesi vanno subito a un passo dal gol con una conclusione ravvicinata della Harder. Subito dopo calcia direttamente da calcio d’angolo la Sorensen e sorprende clamorosamente sul primo palo la Giuliani, trovando il cosiddetto gol olimpico. Le scandinave sfiorano a più riprese anche il raddoppio e lo trovano al 18^ minuto con Nadim. L’attaccante trova un gran rete in tuffo di testa e regala alla sua squadra lo 0-2. Nel finale di primo tempo cresce l’Italia, seppur senza riuscire a realmente impensierire il portiere.

Un inizio di ripresa davvero da incubo però per le azzurre, subito sorprese di nuovo dalla Nadim, ancora implacabile di testa a centro area. La reazione delle ragazze di Milena Bertolini arriva all’ora di gioco, quando Valentina Giacinti si inserisce bene in profondità e batte in uscita il portiere. La Danimarca però riesce a gestire in maniera ottimale in vantaggio e centra la qualificazione al prossimo Europeo del 2022.

Le parole della CT Milena Bertoli nel post partita

Le dichiarazione della CT a Rai 2: “Con la vittoria di oggi hanno conquistato la qualificazione all’Europeo. Noi oggi abbiamo subito la Danimarca scendendo in campo con un po’ di timore reverenziale e solo dopo essere andate sotto di due reti abbiamo giocato come sappiamo sfruttando le nostre caratteristiche e ci siamo scrollate un po’ la paura di dosso.

Conclude la Bertolini: Non era facile recuperare questo svantaggio a questa squadra e il terzo gol in avvio ci ha tagliato le gambe. Abbiamo peccato di disattenzione nelle palle inattive, bisognava essere più aggressive e concentrate perché sapevamo che loro erano molto forti. Le ragazze nella ripresa ci hanno provato, c’è stata una reazione importante”.

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24