Marco Boni, morto il ragazzino sparito da Riva del Garda

Marco Boni, morto il ragazzino sparito da Riva del Garda

Le speranze di ritrovare Marco Boni (16 anni) vivo si sono purtroppo spente questa mattina. Il corpo del giovanissimo è stato trovato senza vita tra le acque del lago di Garda, a circa un chilometro da Belvedere, a non molta distanza da ‘Casa della Trota’. Il cadavere del 16enne è stato rinvenuto a 23 metri di profondità, presso un canalone fra le rocce. Il corpo del Boni è stato identificato grazie ad alcuni sofisticati mezzi subacquei utilizzati dalle forze dell’ordine nelle ricerche.

Marco Boni: come è morto l’adolescente?

La prima ipotesi è che la disgrazia sia avvenuta a causa di una caduta accidentale da parte di Marco Boni. Secondo una primissima ricostruzione, il 16enne si sarebbe diretto verso il sentiero panoramico della Ponale e sarebbe riuscito ad avanzare, nonostante alcuni lavori di messa in sicurezza qui in atto. Dopo pochi metri, però, sarebbe scivolato finendo in fondo al lago. Il ragazzino era scomparso lo scorso 16 Febbraio da Riva del Garda. Sono state subito messe in atto le opportune ricerche, a cui hanno partecipato gli uomini del soccorso alpino, le forze di polizia, i vigili del fuoco e non solo.

L’analisi delle immagini

Come leggiamo da un recente articolo della testa online Il Dolomiti, Marco era stato filmato dalle telecamere site a Piazza Garibaldi attorno alle 14:47 del 16 Febbraio 2018. Poco dopo, il ragazzo era stato ripreso di nuovo sulla strada del Ponale, l’ultimo luogo in cui sono state rivelate anche le ultime tracce del suo cellulare. Questi erano gli unici elementi indiscutibili, da cui sono iniziate le indagini. Veri e propri squadroni di poliziotti, vigili del fuoco, unità cinofile e subacquee, al fine di ritrovare l’adolescente. Non è stata trascurata nessuna segnalazione.

Ricerche instancabili da parte degli inquirenti

Decine di uomini all’opera fin dalla scomparsa del povero Marco Boni, con la speranza di ritrovare il ragazzino ancora e vivo e riportarlo a casa sano e salvo. Una triste storia di scomparsa finita nel peggiore dei modi. Il sipario sul caso è tristemente calato stamattina 5 Marzo 2018. Le operazioni sono state particolarmente difficili a causa delle condizioni meteo e della scarsa visibilità dei fondali del lago di Garda. Sarà compito delle indagini sanitarie e delle operazioni da parte degli inquirenti, comprendere come sia realmente morto lo studente.

Via

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Marco Della Corte

Marco Della Corte è nato il 4 Agosto 1988. Si è laureato in Filologia classica e moderna presso il Dipartimento di Lettere e Beni culturali di Santa Maria Capua Vetere, con una tesi in Storia delle religioni riguardante il femminino sacro nell'antica Grecia. Giornalista pubblicista, Della Corte è esperto di cronaca nera, scuola e politica, non disprezzando tematiche più leggere come gossip e serie televisive