Mario Draghi e Giuseppe Conte

Draghi: “Con Conte ci siamo chiariti, governo non rischia”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Draghi ha fatto dichiarazioni rassicuranti nelle ultime ore. Il presidente del consiglio, dopo le vivaci polemiche in merito alla presunta richiesta di rimozione di Giuseppe Conte proposta a Beppe Grillo, è tornato in serata sulla vicenda. Ha detto di aver sentito al telefono con Conte e rassicura sul fatto che ci sarà un incontro molto presto. Fa sapere poi che il governo non rischia. Ma, come riporta Fanpage, non ha smentito le voci di un suo colloquio con il fondatore del Movimento Cinque Stelle.

Tensioni nella maggioranza

Lo scontro è sembrato molto acceso. Nelle ultime ore Giuseppe Conte ha denunciato un fatto abbastanza grave, quello di una sua possibile rimozione dal Movimento Cinque Stelle su richiesta del premier Mario Draghi. La notizia, diffusa dal sociologo del M5s De Masi, avrebbe chiesto a Beppe Grillo di rimuovere l’ex premier. Non si conosce bene la portata esatta di questo discorso. Se il fondatore del movimento parla di “storielle” da giornalisti, Conte si dice intanto “sconcertato” per questi fatti ma garantisce sostegno al governo.

In serata comunque sono arrivate le parole, in parte rincuoranti, dello stesso Draghi. Il premier parla di un colloquio telefonico con il diretto interessato e rassicura sulla durata dell’attuale esecutivo. Le fibrillazioni ed i colpi di scena potrebbero non mancare.

L’annuncio di Draghi

Un chiarimento alla fine c’è stato. Mario Draghi e Giuseppe Conte si sono parlati in serata, stando a quanto ha riferito il premier in una dichiarazione alla stampa, a margine di un vertice della Nato a Madrid. “Ci siam parlati poco fa, abbiamo cominciato a chiarirci, ci risentiamo domani per vederci al più presto”, ha detto il premier. E poi rassicura sull’esecutivo: “Il governo non rischia“.

“Avevo cercato Conte questa mattina, mi ha richiamato lui”, ha aggiunto infine Draghi Parole che per il momento placano la polemica politica, ma che potrebbero essere solo una parentesi di quiete. La reazione di Conte infatti inizialmente era stata comprensibilmente dura. “Vengo attaccato quotidianamente perché vogliono distruggere il Movimento“, ha detto il leader del movimento. “Ma il nostro atteggiamento, che ho sempre definito leale, costruttivo, corretto nei confronti del governo, non cambia neppure di fronte a episodi che reputo così gravi”.

 

Autore dell'articolo: Alessio Bardelli