Bassetti Pfizer

Matteo Bassetti e i conflitti d’interesse con Pfizer

 

Scontro acceso quello che si è tenuto nell’ultima puntata di Controcorrente su Rete 4. I protagonisti sono stati Giovanni Frajese, medico endocrinologo, professore dell’Università del foro Italico di Roma, ora candidato alle elezioni del 25 settembre 2022 con Italexit, e Matteo Bassetti, professore ordinario dell’Università di Genova e direttore della Clinica di Malattie Infettive al Policlinico San Martino di Genova.

Da quando siamo stati travolti dalla pandemia abbiamo imparato a conoscere la figura del virologo, che alcuni ironicamente hanno definito ‘virostar’, data l’assidua frequenza tenuta nei salotti televisivi. Non tutte queste figure professionali si sono dimostrate però allineate nella stessa direzione. Molti infatti si sono scagliati contro l’obbligo vaccinale e hanno denunciato anche i molteplici effetti avversi conseguenti ai vaccini anti-Covid. Tra questi troviamo proprio Frajese, mentre Bassetti è stato uno dei grandi sostenitori della campagna vaccinale.

La contrapposizione tra i due è sfociata nella serata del 21 agosto scorso in un battibecco, da cui sono emerse informazioni ‘scottanti’ sul Prof. Bassetti, alle cui accuse l’interessato ha preferito non rispondere, nonostante le prove pubblicate su alcuni media nei mesi scorsi.

Frajese contro Bassetti

L’affondo di Frajese contro Bassetti è stato duro:

Quella che avete fatto voi non è scienza, ma è solo propaganda“. “Ci sono due piatti sulla bilancia, da una parte c’è scritto etica medica, dall’altra c’è scritto conflitto d’interesse“. “Lei ha conflitti d’interesse diretti con la Pfizer, quindi francamente come interlocutore forse sarebbe meglio se ci fosse qualcuno che, come me, non ha conflitti d’interesse e non deve ringraziare qualcuno“.

Queste sono state le frasi rivolte al medico genovese, il quale senza nemmeno argomentare le critiche, si è limitato a rispondere lapidariamente:  “Se vuole andare a fare il parlamentare gli auguro tutte le fortune, mi auguro che la linea italiana sia quella del rigore scientifico“. L’infettivologo ha voluto dunque spostare l’attenzione sulla candidatura politica del collega endocrinologo.

Ma questi conflitti d’interesse di Bassetti con Pfizer cui ha alluso Frajese, esistono davvero? Occorre fare un passo indietro di alcuni mesi.

‘Pfizer’ sparisce dal curriculum di Bassetti

Ad aver riportato i rapporti di Bassetti con Pfizer era stato un anno fa il quotidiano ‘Il Tempo’. Come si leggeva nell’articolo ,infatti ,sui curricula del professore caricati sul sito di Villa Montallegro, il primo dei quali risulterebbe essere stato inserito nel 2018, vi era una lunga lista di collaborazioni, partecipazioni a congressi e svariati ruoli svolti nell’ambito farmaceutico.

E nell’elencare la lunga carriera compariva anche la dicitura “Membro del Global advisory board and International delle seguenti industrie farmaceutiche” , in cima al cui elenco era contemplato proprio Pfizer. Però, come ha fatto notare il citato giornale, il nome della famosa casa farmaceutica già dall’anno scorso era stato ‘sbianchettato’, e ora non se ne trova più traccia.

Che il timore del medico fosse quello di essere in un qualche modo ricollegato all’aver contribuito a gonfiare il fatturato della Pfizer?

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24