Copertura all’80% entro settembre per il vaccino covid

Copertura fino all’80% entro settembre per il vaccino Covid. Nel suo primo intervento pubblico, il Generale Francesco Paolo Figliuolo, neo commissario dell’emergenza ha fornito nuove indicazioni sull’accelerazione,  che intende imprimere alla campagna di somministrazione. L’uomo politico ha fissato l’asticella fino all’80% di copertura dei Neo vaccinati. Entro la fine di Settembre dovrebbe raggiungere tale obiettivo. Solo poco più del 3% degli italiani ha già ricevuto il vaccino. Per raggiungere lo scopo è basilare vaccinare circa 500 mila persone al giorno, a partire da metà Aprile. Si parla di un netto cambio di passo. Nella prima metà di Marzo, infatti la media di somministrazione si è fermata a 170 mila al giorno.

Copertura all’80% di vaccino covid, 300 mila dosi al giorno

Il primo passo dell’accelerazione potrebbe essere compiuto, secondo il generale Figliuolo già entro Marzo. Occorrerà  somministrare almeno 300 mila dosi al giorno. Il commissario straordinario per l’emergenza non ha nascosto di contare anche  sull’arrivo delle forniture da Johnson & Johnson. Questo dovrebbe velocizzare la campagna, ne basta infatti una sola fiala. Da Aprile a Settembre, il colosso chimico americano dovrebbe consegnare 23 milioni di dosi all’Italia. Queste si aggiungeranno alle 38 milioni di fiale provenienti da Pfizer, ai quasi 19 milioni di vaccini Moderna, per finire ai poco meno di 35 milioni di AstraZeneca. Si parla anche di Vaccino CureVac, ma il composto non è ancora stato approvato dalle autorità sanitarie.

La copertura per intero

In pratica, tra Aprile e Settembre dovrebbero arrivare nel nostro paese 137 milioni di fiale. Una quantità tale da coprire circa 80 milioni di somministrazioni. La popolazione vaccinatile e gli over 16 è circa di 51 milioni. Il piano intende mettere in sicurezza la campagna vaccinale da ritardi e mancate consegne. Inoltre, prevede di assicurarsi una riserva di dosi per qualsiasi evenienza. Riuscirà nel suo intento il generale figliuolo? Il popolo attende risposte. Gli anziani cioè quelli più a rischio non dovrebbero essere i privilegiati? Per debellare la pandemia occorre  comunque sangue freddo e determinati intenti.

Fonte foto in evidenza

 

Autore dell'articolo: Vittoria Seminara

Salve, mi chiamo Vittoria Seminara, scrivo da quando avevo 12 anni. Ho pubblicato 5 libri, tutti premiati a livello internazionale. Il mio motto di battaglia è Vi Veri Veniversum vivus Vici, di Curzio Rufo, Con la forza della verità in vita ho conquistato l'universo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − due =