Matteo Salvini, vertice sui migranti e scontro con il ministro del Lussemburgo

 

INTERVENTO DI MATTEO SALVINI A VIENNA (14.09.2018)

Il Ministro del Lussemburgo ha dichiarato stamattina che in Europa "abbiamo bisogno di immigrati perché stiamo invecchiando".😱Gli ho risposto che io invece lavoro perché i ragazzi italiani (ed Europei) tornino a mettere al mondo dei figli perché non voglio nuovi schiavi. Guardate la sua reazione, non l'ha presa bene.😁Ha iniziato a insultare…!!!

Pubblicato da Matteo Salvini su Venerdì 14 settembre 2018

A spopolare online, nel corso delle ultime ore, sono le esclusive immagini dell’acceso diverbio, registratosi a Vienna, tra Matteo Salvini e Jean Asselborn, in occasione dell’ultimo vertice europeo sui migranti. Il ministro del Lussemburgo ha risposto con un’imprecazione forte al messaggio espresso dal Vice-Premier.

Asselborn vs. Salvini: lo scontro al vertice europeo diventa virale

A diverse ore dall’ultimo vertice europeo sull’immigrazione, sembra che non si parli d’altro. Nello specifico, a seguito del blocco della ‘Diciotti’, nave della Guardia Costiera italiana, tenuta ferma per diversi giorni nel porto di Catania, il ministro dell’interno, Matteo Salvini, che da indagato rischia di dover scontare almeno 15 anni di carcere, per ‘sequestro di persona’ ed altri capi d’imputazione ipotizzati dal Pm di Agrigento, è stato protagonista di un acceso diverbio auto con Jean Asselborn, il ministro degli esteri del Lussemburgo.

”Ho sentito da qualche collega che c’è bisogno di immigrazione, perché la popolazione europea invecchia, io ho una prospettiva completamente diversa; sono al Governo per aiutare i nostri giovani a tornare a fare quei figli che facevano qualche anno fa; i giovani europei, per motivi economici, oggi non fanno più figli”, queste ultime sono solo alcune delle dichiarazioni provocatorie rilasciate da Salvini ai microfoni del vertice viennese sul flusso migratorio in Europa; la risposta del ministro degli esteri del Lussemburgo al leader della Lega è stata tutt’altro che diplomatica, con tanto d’imprecazione, al grido di ‘Merde alors!’, ossia ”dannazione!”.

Via

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24