Meloni

Meloni, bufera sui social dopo l’omicidio di Civitanova Marche

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

Meloni nella bufera. Dopo l’omicidio del cittadino nigeriano a Civitanova Marche il giornalista Corrado Formigli ha pubblicato un post provocatorio nei riguardi della leader di Fratelli d’Italia e della Lega. La prima però ha replicato prontamente e sono volate parole forti a colpi di social. Il clima politico è molto caldo in questi ultimi giorni e nel centrodestra non mancano post con riferimenti all’immigrazione. E senza dubbio usciranno nuove polemiche social.

Bufera contro Giorgia Meloni

Botta e risposta su Twitter tra Corrado Formigli e Giorgia Meloni. Il conduttore di Piazza Pulita ha punto la presidente di Fratelli d’Italia sul caso del nigeriano ucciso brutalmente a Civitanova Marche. “Nigeriano invalido massacrato a bastonate da un italiano a Civitanova Marche”, ha scritto il giornalista sul suo account ufficiale. “Attendiamo post indignati di Matteo Salvini e Giorgia Meloni”.

La morte di Alika Ogorchukwu così diventa argomento di dibattito politico. Ucciso per mano di un 32 enne, il disabile nigeriano non è stato aiutato da nessuno. In tanti hanno filmato l’accaduto e hanno chiamato la polizia ma senza intervenire. E ciò ha fatto indignare ancora di più tante persone. In tanti si chiedono se a parti invertite qualcuno sarebbe intervenuto.

La replica

Comunque la replica di Giorgia Meloni non si è fatta attendere. “Prima di usare la morte del povero Alika per la tua penosa propaganda, non potevi almeno esprimere solidarietà alla famiglia? Come puoi verificare, io la mia condanna verso questo brutale omicidio l’ho espressa e subito. Sciacallo”. Le parole di Meloni sono piuttosto chiare e forti. Formigli evidentemente non ha visto il post di condanna della politica romana, uscito poco prima del suo.

«”Penoso”, ”Sciacallo”. Così parla un’aspirante leader di governo”, la controreplica del giornalista di La7. “Chapeau. Felice comunque di aver contribuito col mio tweet a farle scrivere due parole per quella povera vittima”. Non vi è dubbio che in questi mesi il clima sia infuocato sulla questione immigrazione. La campagna elettorale è solo iniziata da poche settimane e sicuramente ci saranno nuove “bufere social“.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Alessio Bardelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *