Mondiale costruttori F1, Mercedes e Ferrari le scuderie favorite per la vittoria

Mondiale costruttori F1, Mercedes e Ferrari le scuderie favorite per la vittoria

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La stagione 2019 di Formula 1 si è aperta ufficialmente domenica 17 marzo con la prima delle 21 prove previste dal calendario sul circuito australiano di Melbourne.

Nella terra dei canguri si è assistito a un trionfo Mercedes con la scuderia tedesca che ha portato i suoi due piloti sul gradino più alto del podio. A sorpresa, tuttavia, il primo a tagliare il traguardo non è stato il campione del mondo in carica Lewis Hamilton ma il suo compagno di squadra Valtteri Bottas.

Partito dalla seconda posizione il pilota finlandese ha guadagnato la testa della corsa dopo un giro mantenendola fino alla bandiera a scacchi. Hamilton è arrivato secondo con un ritardo di 20 secondi e 8 decimi. Sul terzo gradino del podio, invece, si è accomodato il figlio d’arte Max Verstappen su Red Bull Honda, giovane ma già celebre per la sua guida piuttosto vulcanica.

Gp d’Australia partenza non entusiasmante per le due Ferrari

E la Ferrari? Le rosse di Sebastian Vettel e Charles Leclerc sono finite appena fuori dal podio: il tedesco si è classificato al quarto posto, mentre il monegasco ha concluso il gran premio in quinta posizione. Non è stata certo una gara memorabile per le monoposto del Cavallino Rampante, poiché tutti – piloti compresi – si aspettavano di essere più veloci in gara. Invece qualcosa non è andato per il verso giusto con Vettel che ha individuato il principale problema nella risposta delle gomme.

La prima gara della stagione di Formula 1 ha dunque messo in luce i primi pregi e difetti delle monoposto. Attese confermate per la Mercedes, che come nelle ultime stagioni sembra avere una marcia in più. C’è ancora da lavorare per la Ferrari che dovrà presto trovare dei correttivi per andare allo stesso passo delle Frecce d’argento.

Ad ogni modo per quanto riguarda il mondiale costruttori le stesse quote formula 1 suggeriscono che anche nel 2019 la sfida sarà principalmente tra Mercedes e Ferrari. La vittoria del team tedesco che ha portato a casa gli ultimi cinque titoli mondiali riservati alle scuderie sembra praticamente scontata: la Mercedes ha la quota più bassa con il trionfo iridato che paga una quota di appena 1,60.

Subito dopo c’è appunto la Ferrari, scuderia dal passato glorioso per la quale fanno il tifo la maggior parte degli italiani ma che non vince il titolo ormai dal lontano 2008.

La vittoria del team di Maranello paga 2,50 volte la posta iniziale scommessa

Oltre a Mercedes e Ferrari, ritenute le grandi favorite, l’unica altra scuderia ritenuta in grado di potersi inserire nella lotta per il titolo costruttori è la Red Bull Racing che da quest’anno è alimentata da una power unit Honda: il team austriaco viene quotato dai bookmakers a 11,00.

Dopo questi tre team c’è sostanzialmente il vuoto: il Racing Point F1 Team, spinto da motore Mercedes è quotato a 301,00, il team Haas a 501,00. Quote ancora più alte per l’Alfa Romeo Sauber, Renault e Toro Rosso pagate a 1001,00. Chance ancor più infinitesimali per la McLaren e per la Williams, quotate rispettivamente a 2001,00 e 3001,00 volte la posta iniziale.

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.