Zingaretti plaude alla calendarizzazione del ddl Zan

Next Generation Eu, Zingaretti: “Una straordinaria occasione di rinascita”

 

ROMA – Next Generation Eu, un’importante novità. Ecco cosa afferma il governatore del Lazio Nicola Zingaretti (Pd):

“Siamo persone che provengono dalle esperienze più diverse: partiti politici, associazioni culturali, movimenti del volontariato, esperienze studentesche e universitarie, amministratori locali. Ognuno ha la sua storia e le sue idee, ma insieme vogliamo comprendere cosa sta succedendo in Italia e in Europa. Per questo vogliamo promuovere un incontro, un’Agorà, per capire e riflettere su dove si dovrebbe andare. Next Generation Eu è una straordinaria occasione di rinascita. La consideriamo una nostra conquista. È la sconfitta di chi l’Europa voleva distruggerla nel nome di un folle nazionalismo. È l’inizio dell’Europa che passa dall’austerity agli investimenti, che torna a interessarsi del futuro delle persone”.

Next Generation Eu, Zingaretti: “Una straordinaria occasione di rinascita”

Zingaretti, poi, aggiunge che gli indirizzi che sono alla base di questa iniziativa “sono più che condivisibili: innovare le imprese e trasformare le nostre società verso la green economy, la rivoluzione digitale e l’inclusione sociale. Un’Europa sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale che crei lavoro e nuovo sviluppo. Per raggiungere questi obiettivi non basteranno solo cantieri e bandi, ma servirà avere una meta, una visione e dei valori di riferimento verso i quali andare”.

Per Zingaretti bisogna “ridurre le distanze tra chi ha e chi non ha, diffondere la conoscenza e la cultura, investire nella scuola e l’università, promuovere pienamente i diritti individuali, costruire davvero un modello sociale fondato sul valore delle differenze a cominciare da quella di genere. E tanto altro su cui lavorare. Con l’Agorà vogliamo iniziare un confronto e costruire una rete. Una rete per la democrazia. Negli ultimi decenni la democrazia si è popolata di soggetti che, non solo non la difendono, ma che addirittura la individuano come il problema. Invece la democrazia è forte se popolata di soggetti che la difendono. Per questo occorre combattere e costruire nuovi luoghi e opportunità per la partecipazione”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24