Nibali fa il punto sulla stagione

Nibali fa il punto sulla stagione che sta per iniziare

Nibali fa il punto sulla stagione che sta per iniziare. Il corridore infatti ha tenuto una conferenza stampa on line per la firma di un accordo precontrattuale con la Regione Marche fino al 2022. Lo Squalo dello Stretto è il testimonial per il turismo bike e outdoor. In quest’occasione ha parlato della stagione che sta per iniziare: “Per quest’anno niente impegni all’estero e viaggi in aereo. Gli allenamenti sono già cominciati, poi ci sposteremo sulle Dolomiti con il team in vista della riapertura delle gare”. Terminati gli allenamenti qui, Nibali tornerà a Lugano dove dal 10 luglio lo aspetta un ritiro in altura al Passo San Pellegrino. Per il corridore messinese, l’esordio in questa stagione anomala a causa dell’emergenza sanitaria del Coronavirus è in programma sabato 1° agosto alle Strade Bianche.

Nibali fa il punto sulla stagione. Il ricordo di Michele Scarponi

In questi giorni di assidui allenamenti nella regione Marche, non è mancato il ricordo al suo amico Michele Scarponi. Nibali gli ha dedicato un pensiero tramite Twitter: “Oggi sono nelle Marche ad allenarmi, sulle strade di Michele. Ho pedalato con il magone, ma con il suo ricordo vivo nel cuore, ripensando ai momenti vissuti insieme. Manchi sempre tantissimo, amico mio”.

Come ben noto l’obiettivo principale dello Squalo dello Stretto sarà il Giro d’Italia che prenderà il via nel mese di Ottobre. Prima della corsa rosa quindi, il corridore parteciperà ad altre corse per affinare la forma fisica. Sarà ai nastri di partenza quindi l’8 agosto alla Milano-Sanremo e poi al Lombardia. Correrà inoltre la Tirreno-Adriatico e poi i mondiali ad ad Aigle-Martigny, in programma il 27 settembre. Non resta quindi che seguire il corridore in queste prime fasi di allenamento per capire con quale condizione fisica arriverà all’esordio. Ricordiamo infine che per il corridore, oltre il Giro d’Italia, l’obiettivo è costituito anche dalle Olimpiadi di Tokyo, rinviate per l’emergenza sanitaria al 2021.

    

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu

Avatar