Omicidio Burgio, il film dell’agguato al figlio del Boss

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Omicidio Burgio, il film dell’agguato al figlio del boss. 45 minuti per un delitto, attimi di sangue e piombo, così viene descritto l’omicidio di Emanuele Burgio alla Vucciria Domenica notte. Il fatto è immortalato dalle telecamere e descritto dagli arrestati. A mezzanotte e 52 tre spari in rapida sequenza svegliano il mercato della Vucciria di Palermo. In via Dei Cassari a pochi metri dell’intersezione con via dei Tintori tre lampi illuminano la strada. In pochi secondi a terra giace Emanule Burgio di 26 anni, figlio dell’ex cassiere della famiglia mafiosa di Palermo Centro,  in carcere per associazione mafiosa. Attorno a lui ci sono sette uomini arrivati a bordo di scooters dal Borgo vecchio. Uno di loro a fatto fuoco con una pistola semi automatica comprata da un marocchino.

Omicidio Burgio, le immagini dalle telecamere

Non solo,  proprio le telecamere  di sicurezza inchiodano Matteo, Domenico e Giovanni battista Romano. Oltre naturalmente la successiva confessione di uno di loro, Domenico il padre di Giovanni Battista. Lo ha scritto il Gip Pier Giorgio Morosini nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dopo la convalida del fermo in cui si ripercorre il fatto di sangue per intero.  Il confronto tra Burgio e i Romano inizia a mezzanotte e 50 circa. Nelle immagini si vede Burgio mimare una scazzottata,  l’ennesima provocazione,  che ha scatenato la follia omicida. E mentre Burgio provoca Giovanni Battista estrae la pistola che aveva dietro la schiena. Matteo Romano non perde tempo fa immediatamente fuoco contro il ragazzo.

La fuga e la morte di Emanuele Burgio

La vittima cerca di mettersi in salvo fuggendo verso via dei Tintori, ma viene raggiunta al petto dai proiettili. I romano dopo avere fatto fuoco riprendono quegli scooter posteggiati di proposito lontano dalle telecamere e si dileguano nella notte. Alle 1.08 del mattino Burgio arriva al pronto soccorso dell‘ospedale policlinico di Palermo già in arresto cardiaco. Un proiettile ha colpito il cuore del giovane. Tra  le urla dei familiari che si sono recati al pronto soccorso il ragazzo muore. All’1.30 del mattino le forze dell’ordine sono già al lavoro sul caso.

Foto fonte in evidenza

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24