Per Di Maio il taglio di 345 parlamentari è qualcosa di unico

Per Di Maio il taglio di 345 parlamentari è qualcosa di unico

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

ROMA – Per Di Maio il taglio di 345 parlamentari è qualcosa di unico, “di concreto”, che “anche altri Paesi iniziano a guardare con interesse”. E “non è uno spot elettorale” né tantomeno “uno slogan”. Il ministro degli affari esteri ha affermato tutto ciò su Facebook, aggiungendo:

“Anche oggi un illustre costituzionalista – Enzo Cheli, ex giudice della Corte Costituzionale – si è schierato a favore del referendum del 20 e 21 settembre, perché questa riforma, secondo Cheli, rafforza il peso politico e l’efficienza delle Camere. Quello che vi dico è molto semplice: vogliamo modernizzare l’Italia? Vogliamo portarla agli standard europei o dobbiamo continuare ad essere il Paese europeo con il più alto numero di parlamentari eletti?”.

E ancora:

“Vogliamo rendere il nostro parlamento più efficiente e in grado di lavorare e approvare le leggi con maggiore celerità? Vogliamo ridare un ruolo centrale al cittadino? E infine: vogliamo risparmiare mezzo miliardo di euro a legislatura? Se la risposta a queste domande è Sì, allora non ci sono dubbi”.

Per Di Maio il taglio di 345 parlamentari è qualcosa di unico

Il ministro Di Maio ritiene che “l’Italia deve crescere, rinnovarsi, innovarsi, stare al passo coi tempi e in linea con gli altri Paesi europei. Oggi spendiamo 300mila euro al giorno in più degli altri Stati europei per mantenere 345 parlamentari che non ci servono, 345 parlamentari che gli altri Paesi non hanno. Ma un lavoratore quanti anni impiega per guadagnare queste cifre? 10-20 anni? Forse non bastano.

“Qui dobbiamo cambiare rotta: l’Italia deve iniziare ad avere una visione, dobbiamo aprire quella fase rinnovamento e modernizzazione che aspettiamo da trent’anni. Come vedete ci stanno dando tutti ragione: costituzionalisti, istituti di ricerca, tutti, gli unici contrari sono quelli che si sono battuti per riprendersi i vitalizi, che coincidenza. Iniziamo ad eliminare ingiustizie sociali, portiamo avanti questa battaglia di civiltà che mira a normalizzare l’Italia. Siamo in piena crisi economica, molti cittadini hanno perso il lavoro, diverse aziende hanno subito danni economici. La politica può e deve dare un segno”.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Elena De Lellis

Avatar