Vladimir Putin

Guerra in Ucraina, l’annuncio di Timmermans: “Putin è più debole”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Putin appare più debole. Questo è quanto sostiene Frans Timmermans, vice presidente della commissione Ue ospite nel corso del programma Mezz’ora in Più condotto da Lucia Annunziata. Il presidente russo non è più al timone senza contrasti e secondo Timmermans deve gestire un potere che lo vede indebolito da quando è iniziata la guerra in Ucraina. E in futuro rischia ancora di veder indebolita sempre più la sua autorità.

Putin e la Russia

Nei mesi che ci separano dalla guerra in Ucraina ci sono state molte notizie, smentite o non confermate, a proposito della leadership di Vladimir Putin. Soprannominato lo Zar, il presidente russo al timone del paese da oltre 20 anni sembra veder ridimensionato il suo potere. Non sono poche le ricostruzioni della stampa che parlano di un leader in crisi e non più forte al timone del paese.

Un potere in crisi, se così si può definire, che l’inizio delle operazioni militari in Ucraina ha reso meno stabile. Un quadro complesso quello da gestire per Putin, la cui scelta di invadere l’Ucraina ha avuto sicuramente un peso molto forte a livello istituzionale, mentre su quello dell’opinione pubblica la stampa, trainata dalla propaganda, fa leva sempre più leva su sentimenti patriottici.

“Più debole”

“Penso che c’è un cambiamento non utile per Putin e questo gli dà da fare…anche nel potere russo ci sono divisioni”, a dirlo è Frans Timmermans, vice presidente della commissione Ue nel corso del programma Mezz’ora in Più. La figura dello stesso Zar sembrerebbe a rischio: “Probabilmente durerà molto tempo e Putin non sta in una buona posizione: ora è più debole di prima, e domani sarà più debole di oggi”,

“Nella società russa, passo dopo passo, c’è un cambiamento, soprattutto dalle madri che non vedono i figli e si chiedono che cosa stia succedendo”. E spiega come in alcuni concerti stia prendendo piede una forma di protesta contro il potere russo.

Autore dell'articolo: Alessio Bardelli