Salvini al sindaco Sala: “A Milano il problema sicurezza c’è, parliamone”

Salvini: “Stop alla giungla degli autovelox”

Condividi su:

 

ROMA – Il vice premier e ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini, ha dichiarato pubblicamente la sua determinazione a porre fine alla “giungla degli autovelox” che, a suo dire, hanno alimentato una pratica di tassazione eccessiva e vessatoria nei confronti dei lavoratori. Attraverso un decreto ministeriale in fase di elaborazione e atteso da 13 anni, l’obiettivo è riformare l’utilizzo di questi dispositivi al fine di preservare la sicurezza stradale senza penalizzare ingiustamente gli automobilisti.

Nel suo post su Facebook, Salvini ha affermato: “Stop alla giungla degli autovelox. Come annunciato, con un nostro decreto ministeriale (atteso da 13 anni) stiamo lavorando per limitarne l’utilizzo ai casi in cui ci siano effettivi problemi di sicurezza, evitando che sia usato per tassare e tartassare i lavoratori”. La preoccupazione del ministro è incentrata sull’abuso degli autovelox a fini fiscali piuttosto che per migliorare la sicurezza stradale. L’intenzione è quindi quella di rivedere le modalità di installazione e utilizzo di questi dispositivi al fine di garantire che siano posizionati solo in luoghi in cui sia effettivamente necessario intervenire per prevenire situazioni di pericolo.

Salvini: “Stop alla giungla degli autovelox”

Il decreto ministeriale, che è atteso da oltre un decennio, assume ora un ruolo centrale nelle azioni del governo per regolamentare l’utilizzo degli autovelox e porre fine a eventuali abusi. La misura è parte di un impegno più ampio volto a migliorare la qualità del servizio per i cittadini e a promuovere una guida responsabile. La “giungla degli autovelox” è da tempo oggetto di critiche da parte di automobilisti e associazioni dei consumatori, che spesso hanno denunciato un’eccessiva presenza di questi dispositivi lungo le strade senza una chiara finalità di sicurezza stradale.

Il prossimo passo sarà osservare attentamente il contenuto del decreto ministeriale quando sarà pubblicato e valutare l’impatto delle nuove disposizioni sulla gestione degli autovelox. Nel frattempo, la dichiarazione di Salvini ha suscitato l’interesse di coloro che sperano in una maggiore trasparenza e giustizia nell’utilizzo di questi strumenti, auspicando che la sicurezza stradale resti al centro dell’attenzione, senza trascurare la necessità di garantire equità e giustizia fiscale.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24