Son – Il nuovo thriller del regista Kanavagh

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il regista irlandese Ivan Kavanagh è l’ideatore del nuovo film thriller Son. Con Andi Matichak, Emile Hirsch e Luke David Blumm, Son racconta la storia di una madre e di un figlio. Entrambi sono presumibilmente affetti da una grave malattia mentre sono in fuga da un culto satanico. Sostenendo i tropi del genere e allo stesso tempo sovvertendoli, Son è un inquietante sogno febbrile intriso di atti indicibili che lasciano gli spettatori ansiosi fino alla fine.

Son – Il nuovo film di Ivan Kavanagh

Quest’ultimo film ambientato in Heartland dello scrittore e regista irlandese Ivan Kavanagh fa eco alla sua precedente pellicola dell’orrore, “The Canal”. Lo scopo rimane lo stesso: tenerci incerti se il nostro protagonista è tormentato da pericoli soprannaturali o psicosi delirante. Ma questa volta il film soffre in qualche modo di avere un tono stranamente serio (nonostante alcuni pezzi cruenti) senza essere necessariamente molto convincente. Sarebbe stato meglio optare per una suspense da brivido. Ci sono elementi tematici qui che potrebbero ricordare “The Omen” e “It’s Alive”. La sceneggiatura di Kavanagh ha un percorso narrativo abbastanza distintivo per evitare di sembrare eccessivamente indebitato con tali predecessori.

 

Son è tortuoso, violento, ben fatto e riesce a catturare facilmente l’attenzione dello spettatore. Allo stesso tempo, una storia così barocca, che coinvolge un bambino forse “generato” da un demone letterale, dovrebbe dare un’impressione generale più forte di quanto riesca a gestire il trattamento impassibile ma irregolare di Kavanagh. Ha realizzato un film dell’orrore che non è terribilmente spaventoso perché suona più come un dramma. E non è terribilmente potente come un dramma perché i conflitti centrali non sono del tutto convincenti. Son è un taglio al di sopra della media del genere. Ma frustra in quanto i suoi aspetti abili e seri non lo elevano finalmente al di sopra di quel livello moderato di successo.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Elisa Negri

Avatar