Qual è il taglio di capelli perfetto per il tuo viso? Te lo svela la scienza

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Cambiare look ci manda letteralmente nel panico, la paura di sbagliare e non poter tornare subito indietro è tanta. Ci spaventa stravolgere il colore, figuriamoci passare dai capelli lunghi ai corti. Come trovare il taglio di capelli più adatto al tuo viso? Ce lo svela la scienza con una formula matematica che risolve tutte le nostre ansie e non ci farà più pentire di averci dato un taglio.

 Scopriamo qual è la formula per il taglio di capelli perfetto!

La formula del taglio perfetto si basa sulla teoria degli angoli, fondata dall’hairstylist John Frieda dopo anni a contatto con un’infinità di volti. Per capire qual è il taglio di capelli più adatto, tutto dipende dall’angolo della mascella. Se è meno di 5,7 cm si può optare per i capelli corti, se invece si supera questa soglia meglio i capelli lunghi.

Come calcolare l’angolatura per il taglio di capelli più adatto?

Bisogna prendere una matita e un righello per misurare la distanza tra il mento e il lobo dell’orecchio (la parte finale) e ottenere così la risposta definitiva su quanto e come tagliare i capelli. Appoggiate la matita sotto il mento in senso orizzontale di modo che vi faccia da base e che formi un angolo retto con il righello che avrete posizionato verticalmente facendo attenzione che lo zero sia perfettamente allineato con la parte finale del vostro lobo. A questo punto, se la distanza misurata sarà superiore ai 5,7 centimetri, meglio preferire la solita spuntatina, in caso contrario, potete darci un taglio!

Via

Fonte foto

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.