Terremoto in Friuli, la terra trema in Italia

 

Terremoto in Friuli, la terra trema in Italia. Ieri giovedì 9 maggio 2019, alle ore 5.14 una scossa di terremoto di magnitudo 3,3 ha colpito la zona fra Italia e Slovenia. L’istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato l’epicentro a 9 chilometri di profondità. L’evento sismico localizzato a 34 chilometri a Nord di Trieste e a 44 da Udine non ha causato rilevanti danni. Sembra proprio, che in questo periodo i terremoti in Italia siano divenuti più frequenti. Nei mesi scorsi, infatti la terra aveva sussultato soprattutto nel centro della Penisola. Anche, ad Amatrice località tristemente famosa per  un altro crollo importante della crosta terrestre, si è verificato qualche piccolo fenomeno di assestamento tellurico. Sembra però che la terra continui a fare i capricci senza sosta, anche in altre zone. Sia al Nord che al sud.

Terremoto in Friuli, la terra trema in Italia. Altre scosse nella nazione

Ieri la terra ha fatto ” le bizze” anche in quasi tutta la penisola italica. Da Nord a Sud la terra ha regalato agli abitanti delle varie località colpite momenti di vero batticuore. Alle ore 5,30,  di ieri mattina, infatti una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 ha investito l’estremo sud del paese. Il piccolo movimento della crosta terrestre si è fatto sentire a Biancavilla in provincia di Catania. La scossa sismica aveva un epicentro di circa 9 chilometri di profondità. Il moto terrestre localizzato a circa 25 chilometri a ovest di Acireale e a 28 chilometri a Nord ovest di Catania non è stato neppure quasi percepito dalla popolazione.

 

Nella tarda serata di mercoledì 8 Maggio, poi l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Italiano ha registrato un altra scossa. La terra ha fatto il suo “Spettacolo” intorno alle 23. 14 a Vallo di Nera in provincia di Perugia. Un piccolo terremoto di intensità magnitudo 2.3 con epicentro a 10 chilometri di intensità. L’evento tellurico individuato a 22 chilometri a sud est di Foligno e a 31 da Terni non ha registrato nessun danno.

Frequenti terremoti nella penisola

Purtroppo l’Italia è soggetta a terremoti frequenti e distruttivi, per la sua storia geologica e per l’elevata urbanizzazione. A causa della sua posizione lungo il margine fra due Placche tettoniche . Quella Euro – asiatica e quella Africana, Ogni pochi anni si verifica nel territorio un forte terremoto capace di creare ingenti danni. Per scongiurare la loro pericolosità occorrerebbero abitazioni  più adeguate costruite secondo coscienza.

Fonte foto Pixabay

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24