Terremoto in oceania, scosse in Papua Nuova Guinea

Terremoto in oceania, scosse in Papua Nuova Guinea

 

Terremoto in oceania, scosse in Papua Nuova Guinea. Una nuova scossa di terremoto ha colpito al largo di Papua Nuova Guinea, nel sud- Est del pacifico. Lo ha fatto sapere di recente l’istituto di geofisica americano( Usgs) in un comunicato. Gli studiosi  però  non hanno ancora diramato nessun allarme Tsunami per le località al largo del continente oceanico. La recente scossa di magnitudo 7,2 ha investito le coste della Papua Nuova Guinea martedì intorno alle 7.19, e  23,19 ora italiana di lunedì. L’epicentro del terremoto si è propagato  intorno a   127 chilometri dalla superficie terrestre. La terra ha tremato a circa 33 chilometri dalla località di Bulolo. Questa non è la prima volta che il sottosuolo fa i capricci in nuova Guinea. Solo poche ore prima si era già registrato un altro terremoto di 5.5 con epicentro a 75 chilometri da Panguna e a 351 da Kokopo.

Terremoto in Oceania, scosse in Papua nuova Guinea. L’anello di fuoco

Foto fonte

 

Gli abitanti della Nuova Guinea hanno avvertito il terremoto entro un raggio di 500 chilometri. Possibili e tantissimi i danni nell’area relativa all’epicentro del secondo sisma. Al momento però non si hanno notizie certe sulla portata e l’entità della furia dell’avvenimento sismico in generale. In questi giorni, infatti numerose scosse anche di intensità elevata si sono rivelate in questa zona, famosa per l’instabilità della crosta terrestre. L’ultimo comunque avvenuto poche ore fa è senza dubbio il più violento da mesi. Attualmente molte scosse stanno  aggredendo  anche le altre coste del pacifico, ma con meno energia. Anche qui l’allarme tsunami potrebbe essere divulgato a breve tempo. Pur non trattandosi di un terremoto ad alta densità abitativa, non è da escludere, che abbia provocato danni seri.

L’anello di fuoco trema

La Papua Nuova Guinea si trova sul cosiddetto ” anello di fuoco del pacifico”. I terremoti che avvengono in questa zona sono molto frequenti. Raramente però provocano danni o vittime, perché la maggior parte delle strutture sono costruite per sopportare scosse violente. Gli edifici sono flessibili, ovvero si piegano senza crollare mai. Tuttavia una scossa di magnitudo superiore a 6.01 potrebbe lo stesso causare danni.

 

 

Fonte copertina pixabay

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24