Torino: ferisce la sua compagna e poi si suicida per strada

Prima ha esploso un colpo contro la compagna e poi, convinto di averla ammazzata, si è sparato un colpo in testa con la stessa pistola. Elio Giancotti, un 45enne milanese, è morto così. L’ennesima tragedia passionale – come riportato da TorinoToday – è avvenuta nel quartiere Crocetta a Torino, intorno alle 6.30, tra corso Galileo Ferrari e corso Vittorio Emanuele II.

La tragedia in pieno centro a Torino

I fatti: la coppia era scesa da una Bmw con targa francese, litigando violentemente: una lite che rischiava di degenerare in qualcosa di molto più grave, tanto è vero che alcuni passanti lo avevano segnalato. A giudicare da alcune frasi intercettate tra i due, pare che la ragazza – Timea Vajko, una ballerina ungherese 31enne – volesse abbandonare il suo compagno.  Nel mezzo di una discussione sempre più accesa, Giancotti avrebbe estratto una pistola minacciando di suicidarsi sul posto; ed è stato proprio in quel momento, ma non è ancora chiaro se per una caduta o per un colpo di arma da fuoco, che Timea è rimasta ferita alla testa.

L’uomo è poi fuggito via in preda al panico, convinto di averla uccisa. Rintracciato subito dopo da una pattuglia della polizia, intervenuta in seguito alla segnalazione dei passanti, il 45enne ha rivolto l’arma contro se stesso minacciando di suicidarsi. E così,  giunto all’angolo con corso Galileo Ferrari, si è puntato la pistola alla tempia e ha premuto il grilletto.

Sull’auto trovate alcune borse Vuitton, forse un regalo per la donna

La giovane intanto è stata trasportata in codice giallo al Cto di Torino, ma non è in pericolo di vita.  Quando i medici daranno l’autorizzazione, sarà interrogata dagli investigatori della polizia per stabilire cosa sia esattamente accaduto tra lei e Giancotti (originario di Rho, provincia di milano). Sull’auto del 45enne suicida, sono state trovate alcune costose borse Louis Vouitton: forse un regalo per la donna di cui si era invaghito, nel tentativo di farle cambiare idea.

Via