Under 21: agli Europei cade l'Italia.

Under 21: agli Europei sconfitta per l’Italia

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Under 21: agli Europei cade l’Italia. Brutta sconfitta per gli Azzurri: Italia-Polonia 0-1

Una sconfitta che complica i piani per i ragazzi di Di Biagio, quella subita ieri sera nella seconda giornata degli Europei Under 21.

La Polonia passa al Dall’Ara, in una gara giocata come ai vecchi tempi: catenaccio e contropiede, a quanto pare, funziona ancora.

Dall’altra parte un’Italia completamente diversa da quella vista all’esordio con la Spagna. Tanti, troppi gol sbagliati prima o poi si pagano. Poca lucidità sotto porta, probabilmente la stanchezza inizia a farsi sentire.

Male Dimarco e Adjapong sulle fasce, che non riescono mai ad impensierire la difesa avversaria con cross di facile interdizione. Insufficienti anche le prove di Mandragora, Cutrone e Meret, che poteva fare molto di più sulla rete subita.

[adrotate banner=”37″]

Fonte Immagine www.newnotizie.it

Europei Under 21: il riassunto di Italia-Polonia

Si sapeva che sarebbe stato un torneo molto difficile (lo avevamo anche annunciato nell’articolo di presentazione). Ma dopo una grande prestazione contro lo Spagna, nessuno si sarebbe aspettato una sconfitta contro i polacchi. Onore a loro comunque, che con la vittoria di ieri si mettono davanti a tutti in classifica e sono con un piede in semifinale.

Italia che parte molto propositiva e fa la partita (più del 65% di possesso palla in tutto il match). La Polonia, dal canto suo, si rinchiude nella sua metà campo e prova a ripartire con il solo Kownacki (di proprietà della Sampdoria).

Tantissime occasioni non finalizzate. Ci provano soprattutto Chiesa e Orsolini, i migliori dell’Italia, ma tutti i cross risultano di facile presa per la Nazionale ospite. Sempre Chiesa si fa respingere il tiro da Grabara, poi Mandragora manda a lato un rigore in movimento.

Troppe occasioni non finalizzate, la Polonia ringrazia e passa al 40′ con Bielik. Meret avrebbe potuto fare molto di più.

Nella ripresa è un assedio dell’Italia. Il palo di Pellegrini, le tante conclusioni dal limite che però non impensieriscono più di tanto la retroguardia polacca.

Dopo soli 4′ di recupero l’arbitro bielorusso Kulbakov manda tutti sotto la doccia. Esulta la Polonia, tanta delusione in casa azzurra. Ora la qualificazione si fa complicata.

Di Biagio: “Grande rammarico”

Fonte Immagine: www.calciomercato.com

Un’Italia che ha fatto molta fatica a trovare i varchi nella difesa ospite. Merito sicuramente di un’ottima organizzazione tattica dei polacchi, ma gli Azzurri non sono riusciti a trovare un’alternativa ai traversoni in area, tutti facilmente contrastati dalla nazionale biancorossa.

“Ovviamente c’è tanta delusione – ha commentato il ct Di Biagio – abbiamo fatto la partita per tutti i novanta minuti ma non è bastato. Sappiamo che la qualificazione adesso si complica, vediamo di fare qualche calcolo nello spogliatoio”.

Così l’allenatore azzurro ai microfoni RAI nel post-gara:

“Sono stati bravi loro, niente da dire. Questo è il calcio: ne prendiamo atto. C’è poco da rimproverare ai ragazzi, se non il fatto di essere stati poco incisivi sotto porta. Nella prima frazione siamo stati più ordinati, mentre nel secondo tempo sono subentrate rabbia e confusione. Forse con un po’ di fortuna avremmo potuto segnare, ma non abbiamo avuto la giusta pazienza”.

L’Italia passa in semifinale se… Tutte le combinazioni

E’ importante ricordare che, trattandosi di un torneo composto da tre gironi, passano in semifinale le prime di ogni raggruppamento più la miglior seconda.

Nel Gruppo A la Polonia si è presa la vetta solitaria (6 punti), con alle spalle Italia e Spagna a quota 3. Gli Azzurri sono in vantaggio sugli spagnoli per scontri diretti e differenza reti.

Per qualificarsi come prima, l’Italia deve assolutamente battere il Belgio e sperare in una vittoria della Spagna sulla Polonia, ma con pochi gol di scarto.

Per passare come secondi, gli Azzurrini devono comunque avere la meglio sul Belgio (già eliminato) cercando di aumentare di molto la differenza reti. In questo caso però, sarà importante conoscere anche i risultati degli altri gironi. La formula del torneo non prevede la contemporaneità delle gare nell’ultimo turno della fase a gironi.

A questo punto, dunque, il destino non è più solo nelle mani dell’Italia. L’imperativo resta vincere con un risultato rotondo contro il Belgio nel match in programma sabato 22 alle ore 21. Poi, ci tocca soltanto sperare.

Il tabellino di Italia-Polonia

ITALIA (4-3-3): Meret; Adjapong (36′ st Zaniolo), Bastoni, Mancini, Dimarco; Barella, Mandragora (12′ st Tonali 6.5), Pellegrini; Orsolini (1′ st Kean), Cutrone, Chiesa. Allenatore: Di Biagio.

POLONIA (5-4-1): Grabara; Fila, Wieteska, Bielik, Bochniewicz, Pestka; Jagiello (10′ st Michalak), Zurkowski, Dziczek, Szymanski; Kownacki (31′ st Buksa). Allenatore: Michniewicz.

Arbitro: Kulbakov (Blr).

Rete: 40′ pt Bielik.

Ammoniti: Zaniolo, Dziczek, Kownacki e Buksa.

Fonte foto di copertina: CalcioMercato.com

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24