packaging dei prodotti

Utilizzare al meglio il packaging dei prodotti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

Il packaging, la confezione di un qualsiasi prodotto, è una parte importante del marketing per un’azienda, che sia essa un piccolo negozio di periferia o una grande realtà industriale. Esistono diverse tipologie di packaging, visto che si tratta di un termine molto vago, che comprende in sé differenti concetti. La funzione è però sempre la medesima: contenere qualcosa, un prodotto che può anche necessitare di essere conservato in una maniera particolare e specifica.

Comunicare attraverso il packaging

Come possiamo leggere anche sul sito https://www.celvil.it/info-utilities/packaging-cos-e/, una delle funzioni del packaging non è correlata esclusivamente al contenere qualcosa, quanto piuttosto al comunicare qualcosa. Gli shopper offerti al cliente di un negozio devono essere accattivanti, comunicare l’immagine del brand offerto o dell’intero punto vendita. Le confezioni del singolo prodotto devono riportare in etichetta le sostanze utilizzate per la preparazione, la composizione, il metodo di utilizzo o di conservazione. Oltre a questo ogni singola confezione parla, comunica con chi la vede o chi la usa. Per questo motivo vediamo packaging colorato, piacevole, accattivante. Preparare il corretto packaging di un qualsiasi prodotto è quindi una questione importante, che non va presa troppo alla leggera, anche quando si tratta di piccole confezioni.

Packaging dei prodotti, la normativa

Si deve poi anche considerare che esiste una legislazione specifica per quanto riguarda il packaging. Le leggi riguardano sia i materiali utilizzabili, sia la sicurezza dei prodotti contenuti all’interno della singola confezione. Alcuni negozi hanno l’obbligo di legge di utilizzare shopper a basso impatto ambientale, quindi in carta o in plastica compostabile. Il packaging che viene a contatto con prodotti alimentari, farmaci o cosmetici deve invece mantenere inalterate le caratteristiche chimico fisiche del contenuto. Si tratta di un compito non semplice da svolgere, anche perché le sostanze presenti in questi prodotti sono le più varie, compresi oli o acidi. La normativa è particolarmente stringente anche per quanto riguarda il possibile rilascio di sostanze contaminanti da parte del packaging stesso; oltre poi a dover preservare alcuni prodotti dalla luce solare, dal contatto con l’aria, dal caldo o dal freddo.

Come si giunge al packaging più adatto

Il processo che porta all’ideazione di una confezione è quindi molto complesso, soprattutto per quanto riguarda l’involucro che contiene un prodotto da proporre al cliente. Devono infatti collaborare gli esperti di marketing, così come coloro che hanno gestito la formulazione o la preparazione del prodotto stesso. Inoltre si dovranno coinvolgere esperti per quanto riguarda la legislazione in merito al confezionamento di alcuni prodotti. Le aziende che si occupano di packaging di vario tipo sono solitamente in grado di consigliare ogni cliente sotto tutti i punti di vista sopra elencati.

Materiali innovativi

Per rispondere alle principali esigenze in fatto di confezionamento oggi la tecnologia mette a disposizione materiali innovativi, che permettono di conservare al meglio i prodotti. Solitamente si tratta di materiali plastici, con differenti caratteristiche chimico-fisiche. Per le situazioni più complesse, ad esempio per preservare la freschezza di un prodotto alimentare, è possibile utilizzare film plastici creati accoppiando diversi materiali.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Avatar
Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.