Vacanze di Natale 2018

Vacanze di Natale 2018, top ten degli hotel più esclusivi

intopic.it feedelissimo.com  
 

Vacanze di Natale 2018: top ten degli hotel più esclusivi. Alberghi da primato dove trascorrere una notte unica al mondo

Hotelscan.com ha selezionato hotel con caratteristiche particolari dove trascorrere almeno una notte delle vacanze di Natale 2018.

Al giorno d’oggi tutto diventa un’esperienza da condividere sui social network, soprattutto quando si viaggia.

I viaggiatori, senza rendersene conto, sono quindi sempre di più alla ricerca di qualcosa di speciale da raccontare e mostrare agli altri.

Le vacanze di natale 2018 sono molto attese. Dove andare? Cosa fare? Posti unici?

Il motore di ricerca per hotel e altri tipi di alloggi, hotelscan.com, ha selezionato alcune strutture uniche nel loro genere magari per passare irripetibili vacanze di Natale 2018

1. Il più alto

Il Gevora Hotel di Dubai è l’hotel più alti del mondo: 75 piani e un’altezza di 356 metri, solo uno in più dell’Hotel JW Marriott Marquis, anch’esso a Dubai.

Il Gevora ha 528 camere,la più piccola è di 46 metri quadri e la più grande di 85.

Il superlusso inizia già dal piano terra, quando si entra attraverso una delle porte girevoli d’oro massiccio nella hall.

Poi, uno degli otto ascensori conduce gli ospiti in soli 38 secondi fino al 75esimo piano, dove c’è la spettacolare piscina sul tetto con vista mozzafiato sulla città.

2. Il più grande

L’hotel più grande del mondo è attualmente l’MGM Grand di Las Vegas, con 6.198 camere.

L’edificio principale ne ha 5.044 (4.293 camere e 751 suite) a cui si aggiungono le 576 suite nelle tre torri The Signature, i 51 loft degli Skylofts e le 29 ville di The Mansion at MGM Grand.

Inoltre, l’hotel ospita la famosa MGM Grand Garden Arena per i concerti e un gigantesco padiglione sportivo.

Come se non bastasse, per l’intrattenimento c’è direttamente il Cirque du Soleil che propone lo spettacolo KÀ: acrobazie, arti marziali, marionette e pirotecnica.

3. Il più piccolo  

La lotta è fra due: da un lato il Central Hotel & Café di Copenhagen, che dispone di una sola camera di 12 mq, però con tutti i tipi di comfort.

Essa è situata sopra la caffetteria Granola Café nel quartiere di Vesterbro.

La colazione è inclusa nella prenotazione e può essere gustata al piano terra o direttamente in camera.

Questo albergo non detiene comunque il Guinness dei primati, poiché la caffetteria viene considerata come parte dell’hotel.

Il titolo è stato assegnato invece a una struttura della Germania, di Ambreng, nella regione bavarese.

Si tratta dell’hotel Eh’haeusl, 56 mq e una sola camera singola il cui prezzo è di 240 euro a notte (colazione inclusa).

In pochissimi metri offre:

  • tv a schermo piatto,
  • musica in filodiffusione,
  • un divano,
  • un camino,
  • una vasca idromassaggio,
  • un letto.

Per Hotelscan.com, invece, l’hotel più piccolo al mondo è un popolare maggiolone bianco della Volkswagen che si trova in Giordania, precisamente ad Al Jaya, a Sud della capitale Amman. Un singolarissimo alloggio adatto a due persone.

Il suo proprietario offre anche colazione e pasti tipici giordani in una vicina grotta che ha sistemato anche a uso reception.

Una notte costa circa 48 euro.

4. Il più antico

Al suo inteerno si può ancora alloggiare: l’El Nishiyama Onsen Keiunkan, situato vicino al monte Fuji, in Giappone, gestito da non meno di 52 generazioni della stessa famiglia che lo aprì nel 705 a.C.

Dispone di 37 camere decorate nel tradizionale stile giapponese, che costano tra i 400 e i 600 euro a notte.

Nel 1997 è stato rinnovato, mantenendo però la sua estetica tradizionale.

E’ particolarmente famoso anche per i benefici delle sue acque termali che in passato attiravano i samurai che si recavano qui in tempo di guerra per guarire le ferite e curare malattie varie.

5. le vacanze di natale 2018 più costose

Sarebbe meglio dire quello che offre la camera più costosa: la Suite Imperiale del President Wilson Hotel di Ginevra, Svizzera.

Il pernottamento costa solo 83mila dollari, circa 71.670 euro.

Gli ospiti “paperoni” che se la possono permettere hanno l’imbarazzo della scelta; questa mega suite occupa infatti l’intero ottavo piano dell’hotel ed è composta da:

  • 12 camere,
  • 12 bagni in marmo con prodotti Hermès,
  • una terrazza che si affaccia sul lago Lemano e sul Monte Bianco,
  • un ascensore privato,
  • una sala-studio,
  • uno spogliatoio,
  • una sala da pranzo per 26 persone,
  • un soggiorno di 230 mq con un tavolo da biliardo Brunswick del 1930 e un pianoforte a coda Steinway,
  • una biblioteca con una collezione di libri antichi,
  • finestre antiproiettile,
  • possibilità di una speciale evacuazione in elicottero.
  • Inoltre, il pacchetto soggiorno comprende uno chef, un maggiordomo, un autista e un assistente personale.

6. le vacanze di natale 2018 più fredde

Lo storico Ice Hotel di Jukkasjärvi, in Svezia, costruito con blocchi di ghiaccio che si sciolgono ogni primavera e vengono ricostruiti ogni inverno.

Le celle frigorifere hanno una temperatura compresa tra -5 e -8 gradi e ognuna di esse ha un tema particolare e mobili di ghiaccio scolpiti a mano da artisti internazionali.

Le camere includono letti esclusivi Carpe Diem con sacchi a pelo termici e coperte di pelle di renna.

Il prezzo, tuttavia, non è di quelli da far rabbrividire il cliente, è possibile prenotare una notte a partire da 130 euro.

7. Il più sottoterra.

Il Desert Cave Hotel è l’unico hotel completamente sotterraneo al mondo.

Non si tratta solo dell’albergo, c’è un’intera città così, chiamata Coober Pedy, nel mezzo del deserto australiano. Al Desert Cave Hotel le 19 camere sono spaziose e hanno soffitti alti, ma sono scavate nella roccia.

Ha anche negozi, una caffetteria, un centro in cui si studiano pietre e minerali, un bar e una sala giochi con biliardo. Il prezzo per godersi l’esperienza di vivere nel sottosuolo è di 120 euro a notte.

8. Il più inclinato

Lo Hyatt Capital Gate Hotel di Abu Dhabi è l’hotel più ripido del mondo, situato tra il 18esimo e il 33esimo piano della Capital Gate Tower.

Alta 165 metri, che ha una pendenza di 18 gradi, quattro volte superiore alla Torre di Pisa.

L’hotel a 5 stelle dispone di:

  • 189 camere e suite,
  • una piscina all’aperto,
  • una palestra,
  • vasche idromassaggio sospese,
  • il famoso centro benessere conosciuto come “Spa cielo” per la sua incredibile vista sulla città.

9. le vacanze di natale 2018 sott’acqua

Il Conrad Maldives Rangali Island Hotel alle Maldive sta per offrire una suite che permetterà agli ospiti di dormire sott’acqua.

Questa è la prima camera del suo genere a essere realizzata in vere e proprie acque oceaniche invece che in acque artificiali, come hanno già fatto altri hotel.

Il suo nome è Muraka (che significa “corallo” in dhivehi, la lingua locale maldiviana) e ha due piani:

il piano superiore galleggia sull’acqua,

mentre il piano terra è sommerso più di cinque metri sotto la superficie dell’oceano.

Coloro che desiderano riservare la stanza devono però sapere che non è ancora stato inaugurato, ma lo sarà alla fine di quest’anno. Una notte costerà 50.mila dollari, circa 43mila euro.

10. Quello con la piscina più profonda… è italiano!

hotelscan.com ha verificato che anche l’Italia entra nel libro dei Guinness per l’albergo con la piscina più profonda del mondo.

Questa struttura si trova in Veneto, a Montegrotto Terme, è l’hotel Millepini Terme, con piscina profonda 42 metri, l’equivalente di un edificio di 14 piani.

Si chiama Y-40 Deep Joy e oltre a essere utilizzata dagli ospiti dell’hotel è un’attrazione che attira appassionati di apnea provenienti da tutto il mondo.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.