vaccino contro il COVID

Vaccino contro il COVID: 1 americano su 2 è favorevole

 

Recentemente è stato effettuato un sondaggio, negli Stati Uniti, in merito al vaccino contro il COVID: solo 1 americano su 2 è favorevole.

Vaccino contro il COVID: 1 americano su 2 è favorevole ed è preoccupante

Quando un vaccino per sconfiggere il COVID-19 sarà finalmente disponibile, gli abitanti degli Stati Uniti potranno decidere se farlo o meno.  L’Associated Press-NORC Center for Public Affairs Research ha condotto un sondaggio. Ebbene, il risultato del sondaggio effettuato a 1.056 americani lascia un po’ tutti perplessi. Infatti, la metà degli statunitensi sembrano non essere favorevoli al vaccino anti COVID-19. Dunque, la conclusione allarmante: solo il 49% degli adulti americani ha in programma di farsi vaccinare contro il coronavirus.

I risultati sembrano essere stati divisi per partito politico. Il 26% degli intervistati repubblicani ha affermato di non voler fare il vaccino. Invece, è favorevole il 14% dei democratici. Gli intervistati sembrano essere principalmente preoccupati per la sicurezza del vaccino. Questo secondo quanto affermato dai ricercatori. Alcune di queste preoccupazioni derivano da un malinteso sul funzionamento dei vaccini. Come affermato, il 40% delle persone non intendono assumere un vaccino. A quanto pare questa “decisione” scaturisce dalla paura di poter contrarre il COVID-19. Però è bene puntualizzare un aspetto.

Paura degli effetti collaterali

Tutti i candidati vaccinali più promettenti in realtà non contengono SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19. Dunque, ciò implica che è impossibile contrarre il virus con il vaccino. Le preoccupazioni non finiscono qui. Altre persone sono preoccupate per un altro aspetto. Molti hanno paura degli effetti collaterali del vaccino contro il COVID-19. Questa paura nasce dal fatto che, questo vaccino, verrà testato in tempi molto rapidi. Dunque, potrebbero non emergere immediatamente gli effetti collaterali. Sull’argomento è intervenuto un esperto. Il direttore del National Institutes of Health ha dichiarato:

“Non vorrei che le persone pensassero che stiamo prendendo scorciatoie. Perché sarebbe un grosso errore. Penso che questo sia uno sforzo per cercare di raggiungere l’efficienza. Sicuramente la cosa peggiore che potrebbe accadere è se ci precipitiamo attraverso un vaccino che risulta avere effetti collaterali significativi.”

Fonte foto: pixabay

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,