Vedere da vicino e da lontano – Possibile, con un unico paio di occhiali!

Vedere da vicino e da lontano – Possibile, con un unico paio di occhiali!

 

Per quanto possa sembrare impossibile, grazie alle protesi visive presenti sul mercato, è possibile vedere sia da vicino che da lontano con un unico paio di occhiali.

Per l’esattezza, ci stiamo riferendo alle lenti progressive, studiate appositamente per permettere a chi le utilizza di sfruttare un unico paio di occhiali per vedere a più distanze.

 

Cosa sono le lenti progressive e come fanno a funzionare sia da vicino che da lontano?

Le lenti progressive sono create con una struttura suddivisa in più sezioni, generalmente tre.

Gli occhi che guardano attraverso le lenti progressive, non devono far altro che spostarsi di pochissimi millimetri per sfruttare le varie sezioni della lente per arrivare a vedere bene fino a tre distanze: breve distanza di circa 40cm, media distanza di circa un metro e lunga distanza di circa 2/3 metri.

Per esempio le lenti progressive Varilux per vedere da vicino e da lontano, rispettano questo tipo di struttura ed infatti rientrano tra le più gettonate da chi, per lavoro o nella vita di tutti i giorni, è solito guardare a più distanze nell’arco di pochi secondi.

Pensiamo ad esempio a chi cuce, studia o lavora al pubblico davanti ad un terminale.

Lenti progressive e lenti multifocali – Che differenza c’è?

 Spesso questi due termini creano dubbi, in realtà per “multifocale” si intende quella lente capace di mettere a fuoco a più profondità, pertanto la lente progressiva e la lente multifocale sono la stessa cosa.

Eccezione fatta per le bifocali, più rare, in quanto permettono di vedere a due distanze (vicino o lontano).

 

Lenti progressive – Sono difficili da usare?

Abituarsi alle lenti progressive potrebbe risultare complicato, ma non è impossibile.

Solitamente per destreggiarle al meglio è consigliato usarle in maniera prolungata e costante, durante tutto il giorno, in modo da far abituare gli occhi a capire dove e quando guardare, per vedere alla distanza desiderata.

Generalmente, se siamo ai primi giorni di utilizzo delle lenti progressive, è sconsigliato utilizzarle alla guida o in situazioni che potrebbero risultare pericolose.

Lenti progressive – Possono avere altre caratteristiche?

Assolutamente sì, le lenti progressive possono avere molte altre caratteristiche.Ad esempio possono essere anche anti-graffio, perfette per chi è più sbadato e non utilizza sempre la cover di protezione per riporre gli occhiali in borsa.

Molto gettonate sono anche le lenti progressive fotocromatiche, ovvero quelle lenti che oltre a servire per vedere bene, proteggono dai raggi solari, diventando più scure quando vengono colpite da fonti di luce.

Le lenti progressive sono perfette per chi lavora entrando e uscendo spesso da uffici, locali e altri ambienti chiusi, come per esempio rappresentanti scientifici, postini e similari.

Inoltre possono essere anti-riflesso, utili per chi opera a contatto con tanti riverberi di luce e anti-appannamento, perfette per questo periodo di covid, dove le mascherine danno del filo da torcere a chiunque indossi degli occhiali.

Sarà facile dedurre quindi che le lenti progressive, specialmente se potenziate con altre caratteristiche, permettono di economizzare in maniera consistente.

Con un unico paio di occhiali si eviterà l’acquisto di tanti altri.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.