Vincenzo Ruggiero: il caso a Quarto Grado del 7 Ottobre

Nell’ultima puntata del noto programma Mediaset Quarto Grado, Alessandra Viero e Gianluigi Nuzzi sono tornati ad occuparsi del caso di Vincenzo Ruggiero (25 anni al momento della morte), il giovane ucciso e fatto a pezzi da Ciro Guarente (35), per un’ingiustificata gelosia. L’assassino ha fatto tutto da solo? Oppure è stato aiutato da qualcuno a disfarsi del corpo del povero Ruggiero? Un caso macabro, ricco di ombre ed interrogativi ancora da chiarire. Cosa sappiamo al momento dell’omicidio del povero Vincenzo?

Vincenzo Ruggiero: il caso a Quarto Grado, ricostruzione delle vicende

A Quarto Grado è stato ricostruito, quanto più minuziosamente possibile, il terribile omicidio del povero Vincenzo Ruggiero, attivista gay. Il ragazzo è stato ucciso dal’ex militare Ciro Guarente, presumibilmente per motivi di gelosia. Guarente avrebbe tolto la vita al Ruggiero, in quanto considerato dall’omicida un possibile rivale in amore. Tutto iniziò sabato 8 Luglio 2017, alle ore 04:01. Ciro Guarente era stato ripreso da una telecamera posta sotto la casa di Even, transessuale fidanzata del 35enne.  A quell’ora, Ciro aveva già compiuto il delitto e la videocamera aveva filmato l’uomo mentre trasportava il corpo della sua vittima. Ciro aveva adagiato Vincenzo sopra un pezzo di cartone, trascinandolo sulla sua auto. Proprio in tale momento inizia un giallo che non ha ancora soluzione.

Ciro si era in seguito diretto verso Ponticelli, un quartiere di Napoli dove è residente. L’ex militare aveva preso in affitto un box poco lontano da casa, all’interno di un garage adibito ad autolavaggio. Proprio in tal luogo, 22 giorni dopo (30 Luglio 2017), i carabinieri hanno scoperto i miseri resti di Vincenzo. Al loro ingresso, le Forze dell’ordine si erano trovate di fronte ad una scena a dir poco raccapricciante. Ciro aveva cosparso il corpo della vittima con dell’acido, seppellendolo sotto una colata di cemento. Era stato impossibile riconoscere Vincenzo, almeno all’inizio, a causa della permanenza del corpo in quel luogo. Pare che qualcuno avesse il presentimento che quel box nascondesse qualcosa di inquietante.

Via