Agricoltura sociale da valorizzare

Agricoltura sociale da valorizzare, il concorso

 

Agricoltura sociale da valorizzare, il concorso di Confagricoltura. Il progetto che vuole favorire lo sviluppo di attività imprenditoriali di crescita sostenibile dei territori

L’agricoltura sociale da valorizzare, è questo dunque il tema del progetto Agro-Social: seminiamo valore di Confagricoltura, in collaborazione con JTI Italia (Japan Tobacco International).

Un programma cioè che mette al centro l’agricoltura e le aziende agricole incentivando progetti di inserimento sociale e lavorativo dei soggetti più deboli.

Nel dettaglio questa prima edizione premierà, rispettivamente con 40mila e 30mila euro, due progetti capaci di coniugare sostenibilità e innovazione in 4 regioni:

  • Veneto,
  • Toscana,
  • Umbria,
  • Campania.

Le caratteristiche del concorso

Il bando dunque è rivolto non solo alle aziende agricole, ma anche ad imprese sociali; fondazioni; start-up innovative e soggetti interessati all’agricoltura sociale per offrire maggiori opportunità alle iniziative capaci di creare nuovi modelli di sviluppo nelle comunità rurali locali.

Per partecipare inoltre è sufficiente inviare all’indirizzo di posta elettronica agro-social@confagricoltura.it, entro e non oltre la mezzanotte del prossimo 11 settembre.

Inoltre va inviata la propria idea progettuale in forma schematica, specificando cosa si intende realizzare e a chi è rivolto il progetto.

Ulteriori informazioni e il bando completo sono invece consultabili sul sito www.coltiviamoagricolturasociale.it

Francesco Postorino, direttore generale di Confagricoltura a sua volta dichiara:

L’Italia è leader, in Europa, per l’agricoltura sociale.

La nostra Organizzazione vi ha sempre creduto e, soprattutto nella difficile fase di ripartenza dell’Italia, è convinta della necessità di investire.

Questo modello di sviluppo economico e sociale del settore, virtuoso e competitivo, permette di applicare le politiche del welfare in ambito territoriale, integrandole perfettamente con la produttività e la salute.

Lorenzo Fronteddu, direttore Corporate Affairs & Communications di JTI Italia, aggiunge:

Siamo molto orgogliosi di supportare un progetto che racchiude tre anime chiave per JTI: sostenibilità ambientale, sociale e agricola.

Stiamo vivendo un cambio di paradigma in cui l’innovazione e la sostenibilità possono essere la chiave per programmare la ripartenza economica del paese.

Siamo felici di poter valorizzare la creatività e l’imprenditorialità delle piccole realtà che lavorano a stretto contatto con il territorio e le comunità locali.

 

Articoli simili: Agricoltura e lavoro, il binomio è vincente 

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *