Aneurisma (Fonte: medicinaonline.com)

Aneurisma scambiato per stress: muore 14enne

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Era solo stress. Questa la diagnosi dei medici che stamattina hanno visitato la ragazza di 14 anni, mentre un aneurisma cerebrale la stava uccidendo. I primi segnali sono arrivati già nella prima mattina, intorno alle 8:30. La ragazza era a scuola, e dopo aver detto ai compagni «mi scoppia la testa» ha perso i sensi.

Bava alla bocca e quasi incosciente, la scuola ha chiamato i genitori e un’ambulanza che l’ha portata all’ospedale Pertini di Roma. «I medici hanno detto alla madre che era solo stress e che doveva riposare. Dopo le insistenze della donna, però, intorno alle 11:30 è stata effettuata una tac dalla quale è emerso che la ragazzina era stata colpita da un violento aneurisma». Questa è la versione della madre della ragazza, raccontata dal legale della famiglia, Giuseppe Rombolà.

Trasportata al Bambino Gesù per l’operazione all’aneurisma

Il legale spiega che dopo la tac, i medici si sono resi conto che il malore non si poteva ricondurre allo stress per lo studio. Di conseguenza, decidono di inviarla al Bambino Gesù per l’operazione, ma è una corsa contro il tempo, rallentata inoltre dalla scelta di utilizzare un’ambulanza anziché l’elicottero.

Un viaggio di un’ora in cui le condizioni della ragazza peggiorano. E l’operazione per eliminare l’aneurisma e far defluire il sangue che si era accumulato non serve. Nel pomeriggio, la ragazza muore.

Inchiesta della Regione e dal Ministero

«Siamo in presenza di una tragedia che ha colpito una ragazza assolutamente sana fino a quel momento. Lotteremo affinché vengano accertate tutte le responsabilità». Il legale della famiglia ha avviato le pratiche, assumendo anche uno specialista per l’autopsia sul corpo della ragazza. Anche la ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha ordinato agli ispettori del ministero, esperti dell’Agenas e i Carabinieri del Nas di recarsi immediatamente al Pertini e requisire la cartella della paziente.

La Regione Lazio ha invece chiesto una relazione su quanto avvenuto al direttore della Asl 2, che ricopre anche l’ospedale. «Si precisa che la ragazza – si legge in una nota – dopo la diagnosi di aneurisma cerebrale, è stata trasferita, per l’intervento necessario all’Ospedale Bambino Gesù, nosocomio dotato di un reparto di neurochirurgia pediatrica, ove la ragazza è deceduta poche ore dopo», spiega una nota del Pertini.

Fonte: repubblica.it

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24