Anteprima Le Iene: di nuovo a Trieste e questa volta non per la ferriera

La città di Trieste, per quanto piccola (solo 200.000 abitanti) è stata oggetto di discussione del programma televisivo Le Iene svariate volte, in particolare per quanto riguarda la Ferriera di Servola ed i suoi fumi altamente inquinanti.

Le Iene giungono a Trieste per una ragione che poco ha a che fare con l’inquinamento…

La Iena Nina Palmieri, il pomeriggio del 4 maggio, si è aggirata per le strade Trieste distribuendo preservativi e bustine di lubrificante ai passanti: la ragione? Oltre al messaggio estremamente importante che consisterebbe nel praticare sempre sesso sicuro per evitare malattie o gravidanze indesiderate, in città l’argomento risulta particolarmente caldo in quanto la Farmacia Sponza, situata nel quartiere di Roiano, si rifiuta di vendere qualsiasi tipo di anticoncezionale a causa di una proprietaria particolarmente solerte nel mettere in pratica il passaggio della Bibbia che recita “Andate e procreate“.


La farmacia consiglia quindi agli avventori di fare figli o, piuttosto che usare il preservativo, rimanere casti.

«Assurdo che esista un legge che permetta di non vendere preservativi ad una Farmacia – commenta il consigliere circoscrizionale di Roiano Gianluca Parisi – comunque a Roiano abbiamo una seconda farmacia in via Tor San Piero, una parafarmacia e un settore parafarmaceutico nel supermercato Pam, quindi all’occorrenza si sa sempre dove trovarli, i miei preferiti sono quelli al gusto fragola».

Fonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: