Futuro, salotto in Automobile: BMW si fa avanti

Gli interni dei veicoli con guida autonoma subiranno una trasformazione radicale, immagina di avere in futuro la possibilità’ di guardare un film o di leggere un libro quando la tua auto cammina sul dritto o è bloccata nel traffico, cosa potrebbe esserci di più bello?

“Il design e le caratteristiche degli interni saranno più importanti perché le persone avranno più tempo libero nei loro veicoli”, ha dichiarato Richard Chung, vicepresidente del dipartimento globale dell’innovazione presso la società di auto-componenti Adient.

Le vetture di oggi dispongono di sedili, sedili comodi, per accogliere passeggeri con qualità’ che va da A a B. Nella guida del futuro, l’interno di un veicolo può essere utilizzato come mini-sala conferenze, un centro di studio o una suite di intrattenimento.

Le aziende automobilistiche stanno già sperimentando queste idee futuristiche. I loro interni di concept car sono progettati per sembrare più come camere in una casa.

“Con lo sviluppo di nuovi materiali automobilistici, la forma dei veicoli cambierà e diventerà più leggera”, ha dichiarato Bill Peng, partner con la strategia di PwC. “Pertanto, si prevede che la disposizione generale dello spazio interno nei veicoli cambia. Progetti di arredamento molto flessibili stanno arrivando, e queste caratteristiche flessibili saranno probabilmente applicate per primi ai veicoli di fascia alta “.

Guida Autonoma e salotto interno, BMW si proietta nel futuro

BMW automaker in primis, la società tedesca ha presentato la sua concept car denominata BMW i interni del futuro all’inizio di questo mese. È automatizzata, quindi vengono liberati le mani, i piedi, gli occhi e persino la concentrazione mentale. I conducenti e i loro passeggeri avranno un sacco di tempo libero in quanto sarà la vettura a portarli a destinazione.

Nel sedile posteriore del concept, i passeggeri possono guardare film su un monitor widescreen. Il modello ha anche una libreria accanto ai sedili per i piloti che amano leggere.

Il costruttore svedese NEVS ha presentato il suo veicolo di concorrenza, chiamato InMotion, durante la fiera CES Asia a Shanghai all’inizio di questo mese. L’azienda ha affermato che il modello è una visione del futuro della guida autonoma e l’interno sarà adeguatamente adattato a questo progetto.

NEVS ha detto che i conducenti e i passeggeri saranno in grado di controllare i movimenti dei sedili utilizzando un’applicazione mobile. I sedili possono essere liberi di ruotare, spostandosi in un cerchio per discussioni di gruppo, se necessario.

Jonas Hernqvist, vicepresidente delle vendite e del marketing di NEVS, ha spiegato il concetto di progettazione: “Questo progetto è partito da una prospettiva interna, con l’intento di mostrare come le persone possono aggiungere qualità alla loro vita senza sprecare tempo bloccati nel traffico. Occorrono ore ed ore solo per superare le aree del centro “.

NIO, un iniziale veicolo elettrico a Shanghai, chiama la sua auto un “salotto su ruote”. Il suo modello concettuale EVE, esposto durante lo Shanghai Auto Show, mostra la misura in cui i produttori di automobili ritengono che il design degli interni sarà un grande punto di vendita futuro di tutte le autovetture.

Futuro ormai prossimo?

Nella zona salotto di EVE, una tavola pieghevole discreta crea spazio per lavoro o gioco. C’è un sedile che si può reclinare e consentire ai passeggeri di rilassarsi o addirittura dormire. Il modello è  stato affermato che può ospitare sei passeggeri in cinque posizioni differenti.

Le autovetture sono ancora considerate lontane dalla produzione di massa e dall’applicazione commerciale. Ciò non significa, tuttavia, che i costruttori di automobili e i fornitori di pezzi di ricambio  auto non stiano già progettando per il giorno in cui saranno in tutte le strade. Quando si tratta di interni auto, molti concetti di progettazione possono essere adattati alle vetture di oggi.

“L’auto-guida è ancora una cosa lontana, ma sono felice di vedere che ci sono più produttori di automobili che cambiano i loro interni per soddisfare le esigenze future del cliente”, ha dichiarato Yang Ming, uno studente all’università Tongji di Shanghai.

 

Via