Bagnaia vince a Portimao con Ducati: a podio anche Vinales e Bezzecchi

Bagnaia vince a Portimao con Ducati: a podio anche Vinales e Bezzecchi

Condividi su:

 

Francesco Bagnaia ha vinto la sua seconda gara della stagione MotoGP 2023 battendo Maverick Vinales, mentre Marc Marquez è stato costretto al ritiro dopo aver sbagliato il punto di frenata e centrato Miguel Oliveira. Jorge Martin è partito brillantemente dalla terza posizione, ma la migliore partenza di tutti è andata a Oliveira che ha visto il favorito di casa passare dalla quarta alla prima posizione.

Bagnaia vince a Portimao: la sintesi della gara

Martin ha risposto alla seconda curva prima che Marquez mandasse la sua Repsol Honda all’interno di entrambi i piloti. Marquez, che ha cercato di mantenere il comando in uscita di curva, è entrato in contatto con Martin che si trovava all’interno del pilota della Honda. Lo scontro ha regalato a Oliveira il vantaggio mentre Bagnaia è riuscito a saltare davanti a Marquez ma non a Martin.

Tuttavia, all’inizio del secondo giro Bagnaia si è mosso in anticipo su Martin prima di prendere il comando poche curve dopo. Poi è arrivato un incidente che ha cambiato la gara al terzo giro quando Marquez ha sbagliato completamente la frenata alla curva tre. L’otto volte campione del mondo ha tagliato la strada della Pramac Ducati di Martin, pochi istanti prima di schiantarsi contro Oliveira a tutta velocità.

Martin è sceso al 15° posto a causa dell’accaduto, mentre Oliveira è rimasto a terra per un po’ perché sembrava essere ferito dall’incidente. Marquez si è precipitato a controllare Oliveira prima di tentare di far ripartire la sua Honda, mentre il pilota della RNF Aprilia è rimasto a terra per quasi un intero giro. Bagnaia, pur avendo avuto un grande vantaggio dopo lo scontro tra Marquez, Martin e Oliveira, non è riuscito ad incrementare il distacco, anzi.

Maverick Vinales si è affrettato a chiudere il gap dal campione del mondo in carica, mentre Jack Miller non è riuscito a replicare il suo iniziale potenziale visto in Gara Sprint. L’australiano è stato spinto al quinto posto da Marco Bezzecchi e Alex Marquez. Mentre Vinales continuava a tallonare Bagnaia per il comando, Fabio Di Giannantonio si è ritirato dalla gara per un apparente problema tecnico.

Realizzando ancora una volta miracoli della domenica nonostante abbia subito un infortunio al collo per tutto il fine settimana, Brad Binder è arrivato sesto con 11 giri percorsi e un posto dietro al compagno di squadra Miller. Dopo aver visto Vinales arrivare a due decimi dal suo vantaggio in gara, Bagnaia ha deciso di alzare il ritmo e mettere a segno due record personali consecutivi, il che è bastato per portare il vantaggio a otto decimi.

Mostrando un buon ritmo di gara dopo un’altra brutta partenza, Fabio Quartararo ha avuto difficoltà a risalire la sua Yamaha in alto nella classifica mentre si trovava in un solitario decimo posto a nove giri dalla fine. Bagnaia, che ha portato il suo vantaggio a 1,3 secondi, ha poi dovuto reagire rapidamente quando Vinales ha recuperato sei decimi sul leader della corsa.

Il pilota della Ducati ufficiale ha fatto proprio questo, anche se Vinales è stato ancora più veloce nel giro successivo, trovando altri due decimi. Dopo aver visto il suo compagno di squadra non riuscire a fare una mossa su Marquez per due volte, Binder ha tentato la fortuna dopo aver effettuato sorpassi consecutivi su Miller e Marquez. Tuttavia, lo stesso problema si è verificato per Binder quando ha visto Marquez usare la sua potenza Ducati per tornare in testa alla prima curva. Mentre Bagnaia si aggrappava alla vittoria, Zarco ha fornito una carica sbalorditiva negli ultimi tre giri superando Miller, Binder e Marquez per ottenere un improbabile P4.

Ordine di arrivo

2023 PORTUGUESE MOTOGP, PORTIMAO – RACE RESULTS
POS RIDER NAZ TEAM Tempo
1 Francesco Bagnaia ITA Ducati Lenovo (GP23) 41:25.401
2 Maverick Viñales SPA Aprilia Racing (RS-GP23) +0.687s
3 Marco Bezzecchi ITA Mooney VR46 Ducati (GP22) +2.726s
4 Johann Zarco FRA Pramac Ducati (GP22) +8.060s
5 Alex Marquez SPA Gresini Ducati (GP22) +8.125s
6 Brad Binder RSA Red Bull KTM (RC16) +8.247s
7 Jack Miller AUS Red Bull KTM (RC16) +8.381s
8 Fabio Quartararo FRA Monster Yamaha (YZR-M1) +8.543s
9 Aleix Espargaro SPA Aprilia Racing (RS-GP23) +9.294s
10 Alex Rins SPA LCR Honda (RC213V) +11.591s
11 Joan Mir SPA Repsol Honda (RC213V) +16.992s
12 Takaaki Nakagami JPN LCR Honda (RC213V) +17.448s
13 Augusto Fernandez SPA Tech3 GASGAS (RC16)* +21.723s
14 Franco Morbidelli ITA Monster Yamaha (YZR-M1) +27.050s
Raul Fernandez SPA RNF Aprilia (RS-GP22) DNF
Luca Marini ITA Mooney VR46 Ducati (GP22) DNF
Jorge Martin SPA Pramac Ducati (GP23) DNF
Fabio Di Giannantonio ITA Gresini Ducati (GP22) DNF
Miguel Oliveira POR RNF Aprilia (RS-GP22) DNF
Marc Marquez SPA Repsol Honda (RC213V) DNF

Fonte immagine copertina: Ducati Media House

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com